Cerca

Oltre il buio e la paura: il kala sarpa yoga e la Grande Congiunzione

Come accennato negli articoli precedenti ci stiamo avviando verso il culmine di una fase profondamente trasformativa.
Il demone Rahu (detto la testa del serpente) si trova nella nakshatra di Ardra, la stella della tempesta, mentre Ketu (la coda del serpente) si trova in Mula, la stella della radice governata dalla dea Nirriti (Signora della malattia, della povertà, del caos e della distruzione).
In queste settimane, in special modo a partire dalla congiunzione di Marte e Ketu  il il panico ha iniziato a imperversare su scala globale.

Qual è la fase che sentiamo ripetere con maggiore frequenza in questi giorni? Siamo in guerra.
Torniamo all’11 settembre 2001 e troviamo nuovamente Rahu in Ardra e Ketu in Mula con Marte. L’Occidente viene sconvolto da una guerra composta da cellule invisibili e silenziose. Come vi sentivate in quei giorni? Spaventati e impotenti.

Tracciando un parallelismo ci ritroviamo ad affrontare i medesimi temi: la morte, l’incertezza, il terrore, l’impotenza di fronte a ciò che non possiamo controllare. Stavolta un altro nemico invisibile colpisce simbolicamente il chakra del cuore.

I nostri cuori si sono indeboliti rincorrendo il superfluo. Ci siamo proiettati verso le conquiste materiali scordandoci di amare, proteggerci e aiutarci l’un l’altro. I polmoni ci insegnano che “tutto è uno” attraverso lo scambio, l’incessante flusso fra dentro e fuori, noi e gli altri. Noi e la Terra.

L’universo, con un semplice virus ci ha riportati alla radice di quel sta alla base della natura umana: l’amore, la solidarietà, la spiritualità, l’introspezione.
Tutto d’un tratto la gente si sveglia da un lungo torpore, e inerme, all’interno delle proprie case, comincia a pensare.

Di fronte alla morte siamo tutti uguali.

E riaprono gli ospedali, e ci ricordiamo degli anziani, e capiamo che i confini sono illusori, che il denaro conta fino a lì, che l’aria è più sana, che se ci fermiamo i potenti non hanno poi tanto potere e spetta a noi imporci per riscrivere un futuro migliore. Quando tutto sarà finito, perché finirà, ricordiamoci di combattere per le cose importanti.

La dea Nirriti vive nel regno dei morti e apre le porte all’oscurità, alle nostre ombre.
Ciascuno di noi avrà  la possibilità di far nascere in sé nuovi impulsi spirituali. Come piccole fiamme danzanti dovremo illuminare i condizionamenti che ci attanagliano sia a livello personale che collettivo.
Le stelle fisse di Mula sono la coda recisa dello Scorpione. Questo significa che riusciamo a cogliere la verità solo quando termina l’illusione della realtà fisica.
Mula è la porta che conduce alla realizzazione spirituale e può spiritualizzare la nostra visione della vita.
Ketu e Nittiti puntano a liberarci da ogni attaccamento sul piano materiale e mentale. Stiamo assaggiando una medicina amara che cela un enorme potenziale di guarigione.

Non dimentichiamoci inoltre, che siamo nella fase Uttarayana dell’anno (terminerà il 21 giugno). Ogni solstizio d’inverno apre una finestra temporale di sei mesi durante i quali i chakra superiori (dal 4° al 7°) possono essere stimolati con più efficacia per espandere la propria consapevolezza e giungere all’illuminazione. Rafforziamoli.

L’influsso del Kala Sarpa Yoga: cosa ci attende?

Ricordo che dal 17 marzo fino a fine mese subiremo l’influsso del Kala Sarpa Yoga, il Serpente del Tempo. Questo significa che una grande quantità di karma verrà “smaltita” anche attraverso i conflitti sociali.
Su scala globale dobbiamo aspettarci cambiamenti radicali ed eventi drammatici.
Quando i pianeti si trovano fra l’asse delle eclissi (detto anche asse del karma, o Rahu e Ketu) spesso si verificano uragani, incendi, terremoti, scandali politici ed economici.
Il Kala Sarpa Yoga sarà attivo: dal 17 al 31 marzo, dal 13 al 27 aprile, dal 10 al 24 maggio, dal 7 al 21 giugno. Segnatevi queste date e non aspettatevi che le cose migliorino rapidamente…

Il serpente è un simbolo di rinnovamento profondo: nel microcosmo uomo è associato alle forze che si agitano nell’inconscio e nel macrocosmo a quelle che governano le profondità della terra. Cercate di mantenere la calma perché saremo tutti un po’ ipersensibili e pronti ad esasperare i piccoli conflitti quotidiani. Sarà importante prendersi del tempo per distendere i nervi e controllare la rabbia.
Fortunatamente il Kala Sarpa Yoga rappresenta anche la capacità di rialzarsi e fare scoperte di carattere rivoluzionario. Un passo alla volta riusciremo a superare gli ostacoli.

Il numero 20 nei Tarocchi corrisponde a “Il Giudizio”, un arcano di rinascita e trasformazione. Abbiamo toccato il picco dello sviluppo materiale (2+2=4) e ora bisogna sviluppare le qualità interiori che possono darci la forza di superare i prossimi mesi.

Guru in Uttara Ashada
Il 29 marzo Guru/Giove, dopo ben 12 anni, farà il suo ingresso in Uttara Ashadha (Capricorno)  per poi congiungersi a Shani/Saturno alla fine del 2020 formando la c.d. Grande Congiunzione. I due pianeti non erano così vicini dal 31 maggio del 2000 e la loro energia ci toccherà nel profondo.
La storia insegna che quando ha luogo la Grande Congiunzione si verifica una contrazione della crescita economica (Giove simboleggia l’espansione e Saturno la privazione). Dobbiamo aspettarci forti fluttuazioni nel mercato azionario e una certa instabilità politica (verranno alla luce scandali e verità scottanti).

La Grande Congiunzione
Secondo l’astrologia vedica Guru simboleggia: l’espansione, la saggezza, la conoscenza, i sistemi religiosi, la fede, la filosofia, il cammino spirituale, l’ottimismo, la grazia divina, la fortuna, la generosità, i maestri spirituali, i mantra, le scritture, i figli e i mariti.
L’archetipo Shani, detto il Grande Malefico, incarna la forza spirituale, la disciplina, l’esperienza, il sacrificio, la perseveranza, la concentrazione, le strutture, la morte, il tempo, gli anziani e la vecchiaia, la lentezza, la depressione, la pigrizia, l’inerzia, l’isolamento, le malattie, la miseria, la crudeltà, i limiti, gli ostacoli, il duro lavoro, la schiavitù, le organizzazioni, i minerali, l’agricoltura, il karma, le carceri.

Cosa può scaturire dall’unione di due forze all’apparenza tanto opposte?
Guru e Shani stimoleranno l’umanità a correggere gli schemi economici e sociali obsoleti. Innovazione, tecnologia, sostenibilità, cooperazione, principi umanitari e giustizia saranno i temi in primo piano.
Il dolore e la privazione innescati dai demoni ombra ci chiedono di ridistribuire le risorse equamente, di assumerci le nostre responsabilità compiendo scelte etiche, di proteggere gli anziani e le nostre famiglie, di rispettare regole e limitazioni, di essere forti, di andare oltre il nazionalismo, di espandere la nostra conoscenza, di superare le differenze religiose e tornare a scoprire i valori fondanti dell’umanità.
Le strutture che governano l’esistenza (sanitarie, politiche, economiche, spirituali) saranno messe alla prova.
Saturno chi chiede di spostare la nostra attenzione dall’esterno all’interno. Sta testando la nostra capacità spirituale di resistere alle avversità.
Giove ci chiede di essere generosi, altruisti, speranzosi e di indagare le motivazioni più profonde del perché siamo su questo pianeta.
Servirà tempo, certo, ma rallentando le nostre vite frenetiche i pianeti hanno velocizzato il risveglio delle coscienze.

Rallentiamo.

Prendiamoci il tempo per stare con i nostri cari, per curare la nostra salute, per fare esercizio fisico (in casa), per pregare, per meditare, per pensare ed apprendere, per riscoprire i veri valori dell’esistenza, per leggere, respirare, farci lunghi bagni distensivi.

Uttara Ashada è governata da Ganesha, il dio distruttore degli ostacoli e dona il potere di ottenere una vittoria schiacciante. Vinceremo solo se saremo in grado di andare oltre i nostri limiti egoici e saremo persone migliori.

La pandemia dal punto di vista divino risponde ad un progetto e sta a noi coglierne il significato più ampio. Non ci sono più scuse per essere egoisti e innalzare barriere. E’ tempo di mettere in pratica gli insegnamenti spirituali.

Parole d’ordine: tornare all’essenza, abbandonare il superfluo.

The best things in life aren’t things.

 

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.