Cerca

Luna piena 5 luglio in Purva Ashadha+eclissi: le acque del rinnovamento spirituale

Domenica 5 luglio la luna piena cadrà nella nakshatra di Purva Ashadha, la stella invincibile.
Nel cuore del Sagittario, vicino al centro della Via Lattea, Varuna (dio degli oceani e dei fiumi) e le Apas (Divinità delle acque) governano le acque cosmiche.
In questi giorni l’acqua e i luoghi in cui predomina tale prezioso elemento, avranno un effetto particolarmente benefico sul nostro organismo. Fare dei lunghi bagni ci aiuterà a rilassarci, ad accedere alla nostra l’intuizione e a purificarci. Cercate di digiunare e bere molto per disintossicare l’organismo.
Se vi sentite scarichi, agitati e dubitate di poter raggiungere i vostri obiettivi, meditate vicino al mare (o a un fiume/lago) e lasciate che la Varchograhana Shakti vi ricarichi.
Le pratiche spirituali sono particolarmente potenti quando la luna si trova in Purva Ashadha: associata a Shukra e Lakshmi, inonderà la nostra anima di amore e devozione.
Il primo simbolo della nakshatra è una zanna di elefante, emblema di Ganesha, il grande distruttore degli ostacoli. Dovremo tirar fuori  la forza e la determinazione tipiche dei pachidermi per affrontare quel che ci limita.

La luna sarà oscurata da un’eclissi penombrale visibile anche dall’Italia. Ciò significa che saremo chiamati ad affrontare le paure annidate nella nostra psiche che ci rendono fragili. Mercurio retrogrado avrà un forte impatto sull’eclissi, perciò già da oggi, potreste sentirvi particolarmente nervosi, tristi, inquieti, ansiosi e ipersensibili. Fino al 12 luglio mettete da parte l’aggressività ed evitate di litigare. Osservate quali rapporti sono diventati sterili, stabilite dei confini salutari con le persone che tendono ad abbattervi e a privarvi della vostra luce. Siate compassionevoli ma non premettete loro di inquinare la vostra mente con idee distorte.

Il secondo simbolo di Purva Ashadha è un cesto per setacciare il grano. Bisogna portare nella seconda metà dell’anno solo il necessario, abbandonare distrazioni e pesi inutili. Valutate quel che può portare frutto, scegliete bene i valori sui quali costruire il vostro futuro, in linea con l’energia di Saturno.
Le ombre sollevate dall’eclissi cadranno alle nostre spalle se avremo la volontà di guardarci dentro e procedere nel cammino spirituale.
Non a caso, il 5 luglio, in India si celebrerà Guru Purnima. Il termine guru è composto dalle radici gu («oscurità») e ru («svanire»), a significare «colui che disperde l’oscurità». Durante la giornata i discepoli ringraziano ed omaggiano i propri maestri, pregano nei templi e svolgono dei puja. Sarà una buona occasione per dire grazie a chi vi sostiene e vi illumina nelle pratiche spirituali.
Questa festa ricorda il saggio Vyasa, il Rishi che trasmise la sacra conoscenza dei Veda per il bene dell’umanità. Fu anche Colui che dettò il Mahābhārata a Ganesha.
Guru è il nome del pianeta Giove. Secondo l’astrologia vedica è il Signore dei Deva e del Dharma: rappresenta l’espansione e la crescita spirituale, la conoscenza, la saggezza, i maestri spirituali, la filosofia, l’amore per il bene comune. Cerchiamo di fare tesoro delle esperienze maturate nella prima parte del 2020 e proviamo ad essere dei buoni educatori per le generazioni future.
Dopo 150 anni Guru Purnima coinciderà con un’eclissi lunare: vuol dire che l’umanità avrà l’occasione di risvegliarsi, elevarsi spiritualmente e fare grandi passi in avanti.
A livello globale, continueremo a raccogliere le conseguenze che l’inquinamento provoca sul pianeta Terra. Non escludo il verificarsi di danni provocati dall’acqua, dalla sua contaminazione o dall’esaurimento delle risorse idriche (pensate a ciò che sta accadendo agli elefanti in Africa e al Monviso che si sgretola, per esempio). Ricordate che tre giorni prima e dopo un’eclissi è sconsigliato firmare contratti, sposarsi, iniziare qualcosa di nuovo, affrontare chiarimenti importanti e prendersi impegni a lungo termine. Attendete almeno fino al 12 luglio, quando Mercurio riprenderà il suo moto diretto.

Mantra consigliato: Om Guru

Messaggio collettivo per chi segue Caverna Cosmica: Cosa dobbiamo fare e come possiamo vivere questa eclissi lunare e Guru Purnima


Sattva significa purezza. Siamo chiamati a purificarci, a intraprendere delle nuove e più salutari scelte di vita. Solo abbandonando ogni zavorra potremo accogliere i doni che l’universo ha in serbo per noi.
Tapas ricorda che
il lavoro interiore richiede disciplina. Spetta a noi muoverci oltre le nostre paure e le nostre zone di comfort con perseveranza.
Il sentiero del bhakti yoga suggerisce di dar voce allo Spirito e rinnovare il contatto col Divino.
Bhakti vuol dire devozione. In questi giorni proviamo a recitate dei mantra (kirtan), a leggere il Gita, a pregare, a ringraziare i nostri maestri, a donare in modo incondizionato. Un singolo atto di devozione può rafforzarci, illuminare la nostra vita e quella degli altri. Concentriamoci sulle pratiche spirituali che ci donano pace e saggezza.
Svadhaya ci invita a guardarci dentro. Solo grazie all’introspezione possiamo sperimentare uno stato di grazia e piena connessione col Divino. Solo comprendendo a fondo chi siamo, possiamo dare il meglio e perseguire il nostro Dharma senza smarrirci o invidiare gli altri.

Purezza, disciplina, devozione, raccoglimento vi accompagnino durante la Luna dei Guru.

Fonti:
VedicAstroYoga
Nakshatra
Astroved.com

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.