Cerca

Luna piena 14 giugno in Jyestha: il coraggio di rialzarsi

Domani 14 giugno il plenilunio si formerà nella naksharta di Jyestha. Questa casa lunare dona l’Arohana Shakti, il potere di dirigere e conquistare.
Jyestha significa “la più anziana” e rappresenta l’autorità, la fermezza e la leadership. Simboleggiata da un’ombrella (o un amuleto circolare), indica che il dovere morale più importante per gli anziani è quello di proteggere le generazioni future.
Temi come le disuguaglianze sociali, il bisogno di riforme e la ripartizione del potere (politico) torneranno alla ribalta questo mese.
La luna piena nascerà in zona gandanta, fra Scorpione e Sagittario: molte persone dovranno affrontare del karma nelle relazioni. Fino al 17 giugno Shukra/Venere sarà in Bharani.
Ricordo che l’elemento di Venere è l’acqua mentre l’Ariete ha un’energia di fuoco, perciò la dolcezza potrebbe facilmente lasciare il posto alla rabbia, alla frustrazione o all’esagerazione. Siate prudenti ed evitate i colpi di testa nei sentimenti.
Bharani rappresenta il sistema riproduttivo femminile, quindi sentiremo parlare di quesioni relative ai diritti e alla salute delle donne (benessere sessuale, prevenzione in ambito ginecologico, maternità, problemi del ciclo, aborto ecc).
Jyestha è la sorella più anziana di Lakshmi. In principio era venerata come dea della saggezza ma nel corso dei secoli è stata “declassata” a divinità del dolore, della sfortuna e della povertà. Le sue statue si trovano di rado nei templi o vengono collocate in ambienti trascurati e solitari. Uno spaccato della società moderna che rifiuta i valori della maturità e dell’esperienza.
Chi si sente svalutato, demoralizzato, trattato ingiustamente o privato della propria autostima nelle prossime settimane troverà la forza di rialzarsi e combattere. L’energia dello Scorpione ben risuona con i concetti di morte e rinascita, con la capacità di cambiare pelle e disgregare ciò che ostacola la guarigione e la crescita interiore.
Se state sperimentando stanchezza, frustrazione, insonnia o apatia, cercate di continuare ad avere fede in voi stessi e nel vostro potenziale. Giove/Guru vi aiuterà a integrare le lezioni del passato (Shani è retrogrado) e a muovervi verso nuovi orizzonti.

Meditazione
Sedetevi con le gambe incrociate e la schiena dritta. Le mani toccano le ginocchia. Rilassatevi per qualche minuto respirando profondamente. Gli occhi restano chiusi.
Mantra: Ek Ong Kaar, Sat Gur Parsaad, Sat Gur Parsaad, Ek Ong Kaar
Significato: Dio e Noi siamo Uno, Lo so per la Grazia del Vero Guru, Lo so per la Grazia del Vero Guru- Dio e Noi siamo Uno. Questo canto celebra l’unione tra il genere umano e Dio. Nulla è impossibile quando siamo tutt’uno con Dio.
E’ uno dei mantra più potenti per trasformare i pensieri e le energie basse/negative in forza creativa. Dopo averlo recitato fate attenzione a non dire nulla di sconveniente (amplifica la potenza dei pensieri e delle parole).
Benefici: pace mentale, rimozione degli ostacoli, dissoluzione dei pensieri negativi.
Incenso consigliato: sangue di drago

Jyestha
La dea ha la pelle scura è raffigurata seduta su un trono. Tiene un loto blu nella mano destra e un vaso d’acqua nella mano sinistra. Il suo attributo è la scopa e ha uno stendardo che ritrae un corvo (Kakkaikkodiyal). I lunghi capelli sono intrecciati e raccolti in un’elegante pettinatura. Incarnava l’immagine della donna potente e autonoma all’interno della famiglia. Recitate il suo mantra per allontanare la sfortuna e la povertà dal vosto cammino: Hreem Shreem Jyeshtalakshmi Swamayameva Hreem Jyeshtaye Namah

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.