Cerca

La Regina del Monte Baldo

IMG_5817 Pochi sanno, che la notte del 24 giugno 1522 nelle scoscese rocce del Monte Baldo iniziarono a susseguirsi dei forti bagliori. La zona era una delle più inaccessibili del “giardino d’Europa”. Solo il coraggio e la folle curiosità, portarono alcuni montanari a farsi calare nella fitta vegetazione con l’ausilio di alcune corde. Alla luce, si aggiunse una strana melodia. Apparve una statua della Madonna, col Cristo morto tra le braccia. La statua fu portata in una cappella poco lontana per permettere a tutti di pregare ed osservarla. Ma per ben due volte la statua tornò nell’anfratto. Allora, gli alpigiani compresero che era lì, che la Madonna voleva stare e costruirono con immensa fatica una prima edicola. Divenne la Madonna della Corona. IMG_5835Un’altra leggenda narra che furono i cavalieri del Santo Sepolcro a trarla in salvo da Rodi e a nasconderla sul Monte Baldo perché i Turchi non la distruggessero. In realtà, già nel XII secolo alcuni eremiti, rendevano culto alla “Vergine del Baldo” (oggi le loro mummie sono esposte nel santuario). Ma esiste qualcosa che può collegare questo luogo a culti più antichi? La Grande Madre era venerata nelle caverne, nella roccia nuda, accanto alle sorgenti d’acqua. IMG_5853 Acque e fonti abbondano sul Monte Baldo. Umidità femminile, lunare, fertile e rigogliosa, come la gran quantità di vegetazione che incornicia il posto. Acqua che conserva le memorie, le energie guaritrici sacre. Tra le foglie, abbondano le “lumachine” simbolo di rigenerazione periodica con i loro cornetti che mostrano e ritirano, così come la Luna appare e scompare nel suo ciclo perenne di morte e rinascita. La Madonna della Corona si è rivelata la notte di San Giovanni  dopo lo sposalizio solstiziale dispensando da subito energie benefiche.
Il santuario sembra una vera e propria caverna cosmica: interamente scavato nella roccia, la sensazione che si avverte è quella di un silenzio sacro. Pare d’ essere immersi in una pace “mistica” e si perde la cognizione del tempo. E’ emozionante vedere la quantità di cuoricini ex voto, la collezione di 160 tavolette antiche dove sono dipinti i miracoli della Vergine e le migliaia di foto di bambini, donne, uomini, che si sono votati alla protezione della Regina Celeste.
C’è anche uno spazio per tutti coloro che non ce l’hanno fatta, un’ala sottostante piena di “madonnine addolorate” provenienti da tutto il mondo. Un’altra espressione della Madre che accoglie per la seconda volta i suoi figli nel grembo.

IMG_5854 IMG_5855

 

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.