Cerca

Gli spiriti confinati

cerchio muscarieCol Concilio di Trento gli Spiriti della Natura e tutti gli altri esseri invisibili che si aggiravano nelle campagne furono letteralmente confinati in luoghi oscuri e impervi, in particolare nelle zone montane. Secondo la leggenda la foresta del Cansiglio appartiene a queste Terre di “confine”.
Per esorcizzare tali entità, lungo i confini del Sacro Bosco furono collocati numerosi “cippi” sormontati da una croce di ferro, metallo che avrebbe avuto la capacità di allontanare le “malefiche creature”.
Uscire dopo l’Ave Maria era sconsigliato e iniziarono ad essere costruite delle scale interne per raggiungere le stalle. Durante le ore notturne si aggiravano le streghe, e per le strade, al mattino, si trovavano mele avvelenate (coperte da capelli): chi le mangiava sarebbe stato colpito dalla cattiva sorte.
Questa credenza è diffusa in tutta Italia.
A Verona gli spiriti furono confinati sul Monte Baldo; si narra che il confino terminerà solo quando saranno in grado di riempire un cesto con l’acqua e fare un mazzo di sabbia legato con una fune.
cerchio_fateIn Valtellina (Lombardia) a queste schiere si aggiunsero i “Konfinà o confinaa” ossia i morti che condussero una vita peccaminosa -obbligati per volontà di Dio- a vagare nei luoghi  più solitari dei monti e a battere le rupi con mazze pesanti.
In Val Camonica sono numerosissime le coppelle usate a scopo confinatorio: “Prima del Concilio di Trento, la gente vedeva girare gli spiriti, li vedeva andare in processione, portando, invece delle candele, chi un braccio da morto chi una gamba. In Sorlina c’è chi li vedeva anche andare a caccia. Una volta videro anche uno spirito che portava sulle spalle un “termen” (pietra confinaria) si vede che, durante la vita per ingrandire il suo campo aveva spostato le pietre che segnano il confine tra un proprietario e l’altro. Il Papa, constatato che una cosa del genere non doveva continuare, decise di tenere il grande Concilio di Trento per impedire alle anime confinate di farsi vedere ai vivi e alle streghe di far del male. Da allora non si videro più né spiriti né streghe… credono che il concilio di Trento si sia tenuto per impedire alle anime dei trapassati di tornare su questa terra per scontare la pena sul luogo dove hanno peccato” .
DSCN0987-1Anche la Val Raccolana, nelle Alpi Giulie, è abitata da inquietanti presenze.
Nella Valle Seriana erano gli spiriti dei cacciatori a vagare senza pace nella c.d. “cascia morta”.
Nel comune di Fanano (Modena)  gli spiriti dei confinati del Lago Scaffaiolo furono incolpati della spaventosa frana che distrusse l’intero abitato di Lizzano nel 1814.
Più a sud, nel comune di Rotondella (Basilicata), molti anziani riferiscono di aver visto e udito terribili processioni di morti scivolare per le vie del paese con delle candele in mano, in particolare nelle notti fra il 23 e il 24 giugno. Nelle Dolomiti si parla di “Caza selvarega”.
Leggenda o realtà,  qualcuno ipotizza che vengano svolti rituali ben precisi per togliere forza agli spiriti che in passato abitavano monti, foreste e laghi.
Forse il vero potere di questi abitanti invisibili era infondere nell’uomo una sorta di venerazione e rispetto nei confronti della natura, sacri guardiani di un mondo forte, ma fragile allo stesso tempo, che andava preservato e non sfruttato brutalmente.
Oggi, a conti fatti è l’uomo ad essere confinato in piccole case, sempre più vuoto e smarrito di fronte ad una dilagante crisi di valori che nemmeno il consumismo basta più a riempire.
Allora chissà, se un giorno torneremo a camminare assieme a quegli spiriti, ad accogliere i loro moniti, a vivere in modo più ricco e consapevole. Chissà se riscopriremo il valore della Madre.

Sui confinati:
http://www.paesidivaltellina.it/cunfinaa/index.htm
http://siti.voli.bs.it/craac/letture/01-let.html
http://mcnab75.livejournal.com/176026.htmlhttp://pietro.pensa.it/Il_diavolo_di_casa_nostra

Lux

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.