Cerca

Marzo: le erbe e i rimedi del mese

Rodiola contro la stanchezza
Capita spesso, soprattutto dopo l’influenza di sentirsi poco reattivi. La Rhodiola rosea è indicata per combattere lo stress e gli stati di affaticamento. Inoltre stimola il naturale adeguamento dell’organismo ai cambiamenti stagionali. Ricca di serotonina, riduce il cortisolo e ci rende più creativi ed equilibrati. Contiene vitamina C, che protegge la pelle dall’azione invecchiante dei radicali liberi e sostiene le difese immunitarie. Si assume una compressa di estratto secco a pranzo, con un bicchiere d’acqua. Abbinala al succo d’arancia, ai kiwi e alla pappa reale se ti senti demotivata e in preda alla sonnolenza mattutina!

Betulla per depurarsi
La linfa di betulla è ottima come drenante linfatico e per contrastare i problemi renali e l’uricemia. Ricca di sali minerali e vitamina C, abbassa il colesterolo e le scorie azotate. Per un mese, la mattina, assumi due cucchiai di linfa al giorno, pura o diluita in acqua. Venerata dai Celti come albero cosmico, la betulla era chiamata dagli sciamani siberiani “guardiana della porta”, perché si riteneva che i suoi estratti purificassero mente, corpo e spirito prima dei nuovi inizi. Il decotto di foglie, semi e germogli si usa come diuretico: non impoverisce l’organismo di Sali minerali, rinforza il sistema immunitario e purifica il sangue.
L’infuso delle foglie attenua la sindrome premestruale e previene la formazione di calcoli renali. Utile anche nel trattamento della gotta e dei reumatismi. E’ controindicata in gravidanza, allattamento, in associazione con anticoagulanti, diuretici, ipotensivi.

Mandorle antiossidanti
Per trarre il massimo beneficio dal consumo di mandorle è consigliabile lasciarle a mollo in acqua tiepida per qualche ora: le fibre si ammorbidiscono e l’apparato digerente ne assorbe meglio nutrienti e principi attivi. Contengono carboidrati, vitamine del gruppo B, vitamina E, calcio, ferro, magnesio, proteine, grassi Omega3, potassio, rame, fosforo e fibre. Un portento della natura che garantisce a questi semi proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e un’azione protettiva sulle ossa e sul sistema nervoso. Contrastano l’invecchiamento, proteggono cuore e arterie, sostengono la memoria e l’intestino (specialmente il latte). Per l’alto contenuto calorico la dose giornaliera consigliata è di 5-7 mandorle (meglio bio e con la scorza).

Magnesio come tonico
Il magnesio ripulisce la cistifellea e i dotti biliari, sostenendo l’attività epatica. Per mantenere alti i livelli di energia, per un mese- la mattina appena sveglio, bevi un bicchiere d’acqua calda in cui avrai disciolto un cucchiaino di magnesio supremo (è una formula a base di magnesio carbonato e acido citrico che in acqua diventa magnesio citrato).

Via la tosse coi ravanelli
I ravanelli sono una miniera d’oro per la salute. Hanno proprietà antisettiche utili in caso di tosse grassa, proprietà depurative, stimolanti della digestione, antibatteriche e antitumorali. Depurano il fegato e la cistifellea, favoriscono la diuresi e il transito intestinale. Il succo è un ottimo rimineralizzante mentre le foglie (dopo averle fatte seccare al sole) si usano per preparare un infuso depurativo per il sangue, ottimo per chi soffre di anemia (1 cucchiaio in acqua bollente 2 volte al giorno, a digiuno).

Passiflora contro l’insonnia stagionale
Per l’insonnia saltuaria usa la passiflora che ha un’azione benzodiazepino-simile e induce il sonno rapidamente. Scegli l’estratto idroalcolico: 20 gocce al dì, con acqua, la sera prima di dormire.
In alternativa massaggia i tuoi piedi con 2 gocce di olio essenziale di vetiver diluite in un cucchiaio di olio di sesamo (riscalda i piedi stimolando il sonno).

Elimina l’acido urico con l’alchechengi
Il nome di questa pianta deriva dall’arabo al-kakang e significa vescica. Si usa contro l’accumulo di acidi urici proprio per le sue capacità di stimolare le vie urinarie. Contiene molta vitamina C e favorisce la produzione di interferone, una sostanza antivirale che diminuisce la durata del raffreddore e di tutte le infezioni di stagione. Bastano 40 gocce di tintura madre la mattina a digiuno (in poca acqua). Per una depurazione leggera basta una settimana altrimenti prosegui per un mese.

Attenua i disturbi della pelle con la bardana
La bardana cura le dermatosi dovute a infezioni o disordini metabolici. Ricca di composti polinsaturi e acidi fenolici è indicata nel trattamento di eczemi, dermatite seborroica, forfora e psoriasi perché svolge un’azione disinfettante. Inoltre contiene Sali minerali utili a tonificare l’organismo e a contrastare dolori e contratture. Assumila in tintura madre (40 gocce a digiuno in poca acqua- a metà pomeriggio).

Blocca la fame con bergamotto e pompelmo
L’olio essenziale di pompelmo comunica al cervello (il naso è connesso all’ipotalamo) un senso di sazietà e contiene nootkatone, principio attivo che “sveglia” il metabolismo. Assumi una goccia di olio di pompelmo in acqua, prima dei pasti. Se soffri di attacchi di fame diffondi l’olio essenziale di bergamotto che riduce l’appetito grazie al limonene (ne bastano 3 gocce).

L’acqua fruttata ti depura
Un bicchiere di acqua fruttata preparata mettendo in infusione per qualche ora in acqua le bucce di cetrioli, papaia, mango e limoni con l’aggiunta di menta o melissa e di altri ingredienti profumati come zenzero, cannella o arancia è un ottimo rimedio detox che contiene potassio e vitamine.

L’osmanto contro la depressione
Un infuso di fiori d’osmanto oltre a favorire la digestione allontanano la tristezza. Ne bastano un paio di cucchiaini per tazza.

Unguento alla cannella per riattivare la circolazione
Per ossigenare i tessuti ed eliminare la cellulite dopo la doccia miscela 10 gocce di olio essenziale di cannella e 5 di limone con tre cucchiai d’olio di mandorle dolci. Applica su cosce e glutei con movimenti circolari quando la pelle è ancora umida. Non si risciacqua. Prima di applicare gli oli fai un test su una piccola parte di pelle per assicurarti di non avere reazioni allergiche.

Tamanu per rimuovere le cicatrici e le smagliature
L’olio di tamanu spremuto a freddo, già noto per le sue proprietà antibatteriche e antifungine, rende meno visibili rughe e cicatrici, garantendo la rigenerazione della pelle (contiene acido calofillico). Ne bastano poche gocce ogni sera applicate come fosse un siero. Picchietta fino ad assorbimento.

Risveglia l’attenzione e la creatività col rosmarino
Per aumentare l’attenzione e la creatività mentre sei al lavoro puoi diffondere l’olio essenziale di rosmarino, menta o petit-grain. Ravvivano la memoria e la lucidità. Versa due gocce di rosmarino, due di petit-grain o due di menta nel diffusore.
Puoi anche mettere una ciotola di sale rosa intriso dei tre oli in modo che il rilascio delle essenze sia lento e graduale.

Le informazioni fornite hanno uno scopo meramente informativo. Consultare il medico prima di iniziare qualunque cura.

2 commenti

  1. Come sempre argomenti interessanti che ti aiutano in modo naturale a difenderti dai malesseri di stagione
    Grazie a Caverna Cosmica , bellissimo sito di i informazioni 😘

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.