Cerca

Phytolacca americana

Simbologia planetaria: Plutone – Nettuno -Saturno

La Phytolacca americana detta volgarmente Uva Turca, Uva selvatica, Amaranto, Belladonna d´Italia, è una pianta originaria dell’America del Nord.
Cresce selvatica nelle siepi, lungo le strade e i fiumi di campagna, sia in pianura che nelle zone montane. Tutte le sue parti sono tossiche ad esclusione dei germogli che possono essere consumati previa cottura (con le adeguate precauzioni).
Contiene saponine steroidiche e se ingerita può provocare diarrea, vomito, midriasi e scompenso cardiocircolatorio.
Il suo nome deriva dal greco “phyton” pianta e dalla radice araba “lakk” lacca a causa del succo viola intenso dei frutti anticamente usato come inchiostro e colorante.
I Nativi Americani utilizzavano l’infuso delle radici per espellere dal corpo gli spiriti maligni forse perché associavano la purificazione spirituale alla forte azione purgante.
In medicina recenti studi dimostrano la sua efficacia nel contrastare l’HIV, i carcinomi e la leucemia infantile.
Vi sono circa tre dozzine di specie di Phytolacca nelle regioni tropicali e subtropicali di entrambi gli emisferi. Le sue proprietà allucinogene sono state largamente sfruttate dagli stregoni, specialmente nell’antica Cina. I Taoisti bevevano l’infuso della radice per vedere gli spiriti.
La Phytolacca trova impiego in tutti i rituali di protezione, esorcismo e allontanamento delle energie negative. Se desiderate eliminare la negatività dalla vostra casa sarà sufficiente attendere la luna nuova e far bollire per 13 minuti un pezzo di radice essiccata di Phytolacca nell’acqua. Poi spruzzate il decotto ottenuto lungo il perimetro esterno dell’abitazione.
Per ritrovare il coraggio nelle avversità e per proteggervi  dalla magia nera portate con voi un sacchettino di stoffa rossa, all’interno del quale avrete inserito un granato, qualche foglia di ruta e un pezzo di radice essiccata di phytolacca. Il succo delle bacche è un ottimo inchiostro per realizzare sigilli di protezione.
L’unguento di Phytolacca è un buon antireumatico.

Curiosità: la linfa irrita la pelle. Essendo una pianta ricca di saponine è tossica, specie ad uso interno. Trova impiego come rimedio omeopatico.

Usatela per: protezione personale, allontanare la negatività, ritrovare forza nelle avversità, fare sigilli di protezione, bloccare gli influssi di una persona negativa, rompere gli incanti fatti a vostro danno, connettervi ai mondi sottili.

Pietre da associare alla Phytolacca: onice, ossidiana, granato, rubino, diaspro rosso, hessonite.

Bibliografia:
Scoprire, riconoscere e usare le erbe
Plants of the Gods: Their Sacred, Healing and Hallucinogenic Powers

 

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.