Pietre per purificare l’ambiente


Ogni pietre anti-negativitàminerale ha una struttura, che ne determina la forma, il colore e l’energia (leggi qui).
Per tale motivo possono essere impiegati in vari modi, come purificare un ambiente, guarire le ferite emotive, amplificare le facoltà psichiche. Oggi elencherò le pietre più adatte al riequilibrio energetico. A mio avviso, un ruolo importante in tal senso è svolto da quelle di colore nero: i minerali neri assorbono tutte le frequenze luminose e sono adatti a chi non riesce a confrontarsi col reale, alle persone vittime di false illusioni che tendono a rifugiarsi nel mondo del sogno e della fantasia evitando di affrontare i problemi della vita. A livello fisico, hanno la capacità di assorbire le energie negative e il dolore, specie se abbinate a pietre incolori, come il cristallo di rocca.

Ossidiana “fiocco di neve” o Lacrime di Apache
Questa pietra nera con tante “macchioline bianche”, era collocata nei luoghi di sepoltura dei guerrieri. Infatti ha la proprietà di riarmonizzare lo spirito, allontanare la malinconia e i pensieri sgradevoli. E’ ideale per chi sta affrontando un periodo di forte tristezza o depressione. Rappresenta la Luce che dissolve il buio e serve a liberarsi degli attaccamenti e a vivere spiritualmente ma con i piedi per terra, dato che collega spirito e materia.
Si attiva al Sole e sul corpo, si colloca accanto ai piedi, o sul primo chakra, per mantenere il collegamento con l’elemento Terra.

Onice nera
onice neraE’ una pietra che amo molto indossare dato che infonde un forte benessere. La sua proprietà principale è quella di assorbire e trasformare le energie più basse in forza stabilizzante. L’importante è scaricarla ogni dieci/quindici giorni. Favorisce inoltre l’autocontrollo, la percezione profonda di sé e la comunicazione. Aiuta a mantenere la presenza consapevole nella quotidianità della vita. Si ricarica esponendola ai raggi Lunari. Si colloca all’interno dell’ambiente che vogliamo riarmonizzare, oppure sul corpo, all’altezza del primo chakra. Possiamo portarla anche in un sacchettino di seta bianca, come anello al dito medio o come ciondolo.

Occhio di Tigre
Le sue sfumature sono nere e dorate ed è una delle pietre migliori per rimanere calmi e centrati anche in situazioni di forte stress psicologico.
E’ particolarmente adatta a chi vive in un ambiente lavorativo opprimente o sente di poter perdere il controllo durante diverbi e conflitti. L’occhio di tigre dona equilibrio emotivo, aiuta a prendere decisioni sagge e collega la volontà con lo sviluppo e l’espressione positiva del potere personale. Dato che protegge dalle influenze disarmoniche esterne, è bene portarla in tasca, dentro un sacchetto di stoffa gialla. Si ricarica ai raggi solari.

Tormalina nera
Il suo alto contenuto di ferro la rende eccellente per il radicamento, per ridurre le tensioni, proteggere dallo stress e dai campi magnetici del computer e del cellulare. In casa, andrebbe posta all’ingresso, per allontanare le energie negative o al centro di una stanza al fine di purificarla. Sul corpo si abbina al primo chakra. E’ una pietra molto protettiva, rimuove i blocchi energetici e si ricarica alla luce solare. Si può associare a spinello e granato neri e al cristallo di rocca per potenziarne l’effetto.


Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento