Cerca

Luna piena in Mrigashira 19 dicembre: l’arte di ascoltarsi e rinascere

L’ultima luna piena dell’anno cadrà nella nakshatra di Mrigashira.
Detta “la Stella della ricerca”, sprigiona il potere creativo che ci permette di realizzare la versione migliore di noi stessi.
Siamo vicini al solsitizio d’inverno un momento in cui l’oscurità lascia gradualmente spazio alla luce innestando la speranza di un nuovo inizio.
Nell’emisfero settentrionale, il solstizio apre i sei mesi Uttarayana, favorevoli all’evoluzione spirituale delle anime.
Il simbolo di Mrigashira è la testa di un cervo.
I palchi dei cervi sono simili a un paio di antenne. Le antenne servono a captare dei messaggi, a connettere mondi lontani.
Approfittiamo di queste ultime settimane per comprendere cosa vogliamo realizzare in futuro, per accogliere quell’energia femminile profonda e sacra che attende di manifestarsi. Ascoltiamo i sogni, ascoltiamo la nostra sensibilità e le nostre intuizioni.
Tuttavia, proprio come un cervo sobbalza al primo rumore, nei prossimi giorni potrebbero risvegliarsi alcune paure ed insicurezze emotive latenti. Se faticherete a riposare o sarete più suscettibili del solito non preoccupatevi, si tratta di disturbi transitori. Mangiate leggero ed evitate l’alcol.
Mrigashira è governata da Mangala/Marte, il dio vedico che incarna la forza e il successo. Osservate in quali settori delle vostre vite state affrontando delle battaglie: è lì che dovranno crollare i modelli e le sovrastrutture mentali fondate sulla paura per far largo a nuove scelte basate sulla consapevolezza.
Marte nel microcosmo uomo governa il sangue, il nostro “fuoco interiore”. In tanti affronteranno un processo di purificazione fisica (attraverso febbre o altri malesseri che rispecchiano il dolore somatizzato) al fine di rilasciare tutte le disarmonie accumulate nel corso dell’anno.
La luna del 19 dicembre sarà benedetta da Chandra, il dio che elargisce “il soma”, la bevanda dell’immortalità. Le pratiche spirituali avranno un impatto davvero benefico sul corpo e sulla psiche.
Venere lo stesso giorno comincerà il suo moto retrogrado: osserviamo le nostre relazioni, la nostra salute, il rapporto che abbiamo col piacere e il divertimento, quanto siamo soddisfatti, quali traguardi vogliamo raggiungere.
Domani, il 18 dicembre, si celebrerà Dattatreya, sintesi della Trimurti, capace di rivelare all’uomo la gioia che risiede nella saggezza spirituale.

“Un giorno il re Yadu incontrò Dattatreya nella foresta: traspirava da lui una fortissima sensazione di pace e felicità, e il re, fortunato per quell’incontro, gli chiese qual era il segreto della felicità e quale fosse stato il suo Guru. Dattatreya rispose che l’Atman era il suo Guru, ma aveva imparato la conoscenza e la saggezza da ventiquattro Guru: la pazienza dalla terra silenziosa che tutto tollera con la sua grande indulgenza, la tenacia dall’acqua gocciolante che scava la roccia, il controllo dei sensi dalla falena, dal piccione, dal pesce che spinti inesorabilmente dai loro sensi perdono la vita, il non attaccamento dall’aria, il cielo, le stelle, e così via, ogni elemento della creazione gli aveva rivelato la vera natura dell’Essere Divino nell’universo.”

Cantate il suo mantra per rimuovere gli ostacoli causati dal Pitru Dosha e propiziare il nuovo anno.

Attività consigliate: meditazione, pratiche spirituali, digiuno, attività creative, trattamenti olistici sul corpo, introspezione e scrittura.
Attività da evitare: viaggiare, fare investimenti, discutere, prendere decisioni avventate, abusare di cibi molto calorici e bevande alcoliche/eccitanti.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.