Felce


Simbologia planetaria: Mercurio – Venere – Saturno

felce magica Nell’Europa del nord le felci sono considerate apotropaiche e fin dall’antichità le persone le collocavano nei giardini e nelle abitazioni. In Inghilterra ancora oggi si crede che se qualcuno si addormenta in un letto di felci sognerà i problemi che incontrerà in futuro e il modo per risolverli. 
In Tirolo le persone mettevano i semi di felce fra il denaro così non sarebbe mai diminuito. In Stiria, si favoleggia che chi raccoglie il fiore della felce la notte di natale diventerà ricco. Una leggenda racconta che in passato, durante la notte di San Giovanni, i contadini russi si recavano nel bosco poco prima dello scoccare della mezzanotte, portando una salvietta bianca, una Croce, il Vangelo, un bicchiere d’acqua e un orologio. Trovata una felce, tracciavano con la croce un cerchio intorno alla pianta; stendevano la salvietta sulla quale ponevano la Croce, il Vangelo e il bicchiere d’acqua e controllavano l’orologio. A mezzanotte in punto, sulla felce appariva un fiore che risplendeva come l’oro; una luce avrebbe illuminato la foresta, avrebbero udito un coro di risate e una voce femminile. Se non si fossero spaventati, avrebbero conosciuto il futuro del mondo. Un racconto tradizionale tedesco narra che un cacciatore sparò al sole il giorno di San Giovanni a mezzogiorno; caddero tre gocce di sangue e si trasformarono nei semi di felce. 
Il magico fiore della felce, raccolto in corrispondenza dei solstizi, fa supporre che fosse considerato un’emanazione vegetale del sole.
Un solo rametto di felce collocato sotto il cuscino indica in sogno la soluzione al problema che più ci angustia. Una pianta di felce tenuta davanti alla porta di casa protegge da pericoli e dispiaceri. La felce dei boschi protegge dalle malattie e favorisce la prosperità e la felicità.
Bruciare una manciata di foglie di felce allontana le entità negative e gli incubi. Mordere un pezzetto della radice di felce prima di andare a letto favorisce i sogni premonitori.
Le felci sono utili per curare i disturbi respiratori, il fegato affaticato e la cattiva digestione (tisana). In casa purificano l’aria dalle sostanze inquinanti. La felce maschio è vermifuga e aiuta ad eliminare tenie e ascaridi. Le fronde hanno proprietà antiartritiche e antireumatiche e vengono usate in forma di polpa o tintura per uso esterno. Le fronde di felce maschio allontanano le cimici e i parassiti dell’uomo.

Curiosità: la tintura si ottiene con 20g di foglie in 100 ml di alcool di 60° a macero per 5 giorni. Fare frizioni limitate alle parti dolenti. Le fronde si raccolgono da agosto a ottobre. Le streghe avrebbero usato la felce per rendersi invisibili la notte di Valpurga.

Usatela per: attrarre l’amore e la prosperità, proteggere la casa, stimolare l’intuizione, fugare gli incubi, allontanare l’invidia, come portafortuna per la salute e la serenità.

Pietre da associare alla felce: pirite, quarzo ialino, citrino, rubino, malachite, quarzo rosa, tormalina nera, ametista, selenite.

Bibliografia:
Florario di Alfredo Cattabiani

 

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento