Cerca

Simbologia Ape

beeL’ape ha un valore simbolico che deve alla sua industriosità. Lavoratrice, operaia, laboriosa, produttiva, le sue ali la connettono al piano cosmico. In molte culture si fa riferimento all’ape facendone una rappresentante d’elezione dei personaggi sacri. E’ dispensatrice di sapienza divina e santità. Mentre il neonato Platone dormiva sotto un lauro, si narra che uno sciame d’api depose sulle sue labbra un favo di miele. Una cosa simile accade anche al piccolo Ambrogio, successivamente divenuto santo e alla piccola Rita da Cascia. Anche Achille e Pitagora furono nutriti col miele e per questo possedevano il dono dell’eloquenza (melliflui). Le api erano care persino a Zeus, che secondo la leggenda fu nutrito da un miele speciale quand’era fanciullo.
In Grecia, le sacerdotesse che celebravano i misteri erano dette Melissai, dal nome della dea Melissa, per metà ape. Questa creatura è connessa a varie epifanie della Grande Madre, da Demetra ad Artemide fino a Persefone : la sua incessante attività creatrice richiamava il potere generativo di Demetra.
Durante le Tesmoforie siracusane si preparavano i myollì, dolci di sesamo e miele che avevano la forma del sesso femminile. In India, ancora oggi, in occasione delle nozze si usa spalmare un po’ di miele sulle parti intime della sposa. Anche i cadaveri dei potenti venivano ricoperti di miele per propiziare la vita nell’aldilà; dai fori praticati sui coperchi dei sarcofagi, si facevano gocciolare latte e miele direttamente sulla salma.
Non deve stupire questa doppia simbologia, poiché le divinità femminili richiamano il regno della forma, dove tutto ciò che nasce è destinato P1006anche a morire. In Germania la “Melissa” pianta utile alle api, era indicata contro le malattie dell’apparato genitale femminile.
Johann Jakob Bachofen scriveva: “ La regina è la madre dell’alveare. Essa non ha altra funzione che generare. La regina depone un uovo dopo l’altro nelle cellette a ciò destinate. Le api che nasceranno non diventeranno madri, bensì condurranno un’esistenza verginale, dedicata unicamente al lavoro. Lo sciame d’api è l’esempio perfetto della prima comunità umana, fondata sulla ginecocrazia della maternità. L’ape può rappresentare bene la potenza femminile della natura”. Ecco perché l’ape è il simbolo della verginità, della temperanza, della socievolezza, della disciplina, della giustizia, della pace e dell’ingegnosità. Rappresenta altresì la purezza in quanto detesta i cattivi odori e il coraggio, visto che difende tenacemente l’alveare. Dante accosta le api al movimento delle anime beate e degli angeli. Vivendo in gruppo è testimone dell’organizzazione in società e dell’obbedienza a un capo, cosa che traspare nel fatto che è stata scelta come emblema da molti re, capi o sacerdoti. Cristo, è l’Ape Re che regna sulla Chiesa-Arnia. Secondo Rudolf Steiner il lavoro della mente dell’uomo deve produrre una sorta di “cera”, intesa come miglioramento spirituale. Secondo l’esoterista, l’ape era una creatura solare. La capacità dell’ape di trasformare la materia si apparenta al lento lavoro iniziatico e al compimento dell’opera rintracciabili nei processi spirituali e nei procedimenti magici-alchemici.
Presso gli Egizi, l’ape nata dalle lacrime di Ra, simboleggia l’anima e si riteneva che riportasse in vita il defunto qualora entrasse nella sua bocca. In Grecia evocò la sopravvivenza dell’anima dopo la morte del corpo tantoché le tombe a thòlos Micenee, erano a forma d’arnia (le api in inverno si raccolgono nell’arnia per poi uscire in primavera). Nella tradizione germanica l’espressione “il sentiero delle api” allude al vento che trasporta le anime nell’oltremondo. In Cina, l’ape rappresenta il corteggiamento, il matrimonio e l’amore.
Nella tradizione nordica le api, capaci di trasformare la terra in miele svolgevano un’azione divina di purificazione e sublimazione.
Ma c’è anche un simbolismo negativo che riguarda l’ape e nell’Antico Testamento si legge: “ Poiché le api hanno il miele in bocca e il pungiglione nascosto nella coda, col loro nome si intendono anche coloro che lusingano con la lingua, ma feriscono con nascosta malvagità; parlando infatti nutrono con un dolce miele e in pari tempo feriscono con il pungiglione”. Le api per S. Antonio da Padova erano l’emblema dei religiosi vani e degli ipocriti. Nella tradizione musulmana l’ape sintetizza le virtù spirituali.
Secondo le tradizioni popolari le api conoscono l’avvenire e sono considerate presagi fortunati. Di conseguenza uccidere un’ape porta male. Una superstizione scozzese rivela che se un’ape vola intorno alla culla di un bambino addormentato avrà una vita fortunata. Frazer precisa il ruolo di questo insetto nelle pratiche di magia simpatica in cui la cera è usata come agente di collegamento, servendo a fabbricare candele, bambole o figurine per fare sortilegi.
Gi auspici più nefasti riguardano le vespe che costruendo le loro tane sotto terra richiamano il mondo infero; il detto “cadere in un vespaio” significa ritrovarsi in un ambiente ostile, dal quale si ricevono danni e soprusi.
Nei sogni le api indicano successo, prosperità e buone notizie ma se il loro atteggiamento è aggressivo segnalano screzi in famiglia (a causa del loro ronzio).
Dal punto di vista psicologico l’ape incarna il sentimento amoroso e illustra la leggerezza, la scoperta della sensualità.

Il simbolo del miele e l’ape come animale guida
Il miele oltre a rappresentare l’eucarestia e il simbolo della ricompensa paradisiaca per gli eletti, anticamente era sacro ad Ermes, dio della conoscenza e della parola divina. Era inoltre, l’ingrediente essenziale alla preparazione dell’idromele, bevanda divina per eccellenza.
L’ape ci ricorda di estrarre il miele della vita e renderla fertile. Non importa quanto grandi siano i nostri sogni, possiamo realizzarli se abbiamo il coraggio di perseverare. L’ape non potrebbe volare eppure ci riesce.
Se ne vediamo una chiediamoci: “Stiamo facendo tutto il possibile per rendere fertile il giardino dei nostri sogni? Siamo troppo occupati per assaporare il lato dolce della vita? Amiamo il nostro lavoro?”

Messaggi positivi
-purezza
-coraggio
-potenza femminile
-fecondità
-sapienza
-riuscita

Messaggi negativi
-ipocrisia
-vendetta
-crudeltà

Bibliografia:
Arcadia
Volario di Alfredo Cattabiani

3 commenti

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.