Quercia


Simbologia planetaria: Giove – Marte

IlVestal più antico oracolo greco, la quercia sacra a Zeus, si trovava a Dodona, nell’ Epiro. Lì le sacerdotesse, erano dette peléiades, colombe. Votate a Dione, una divinità arcaica preellenistica, praticavano la dendromanzia traducendo in responsi divini lo stormire delle foglie della quercia al soffio dei venti. I Selli invece, interpretavano i suoni prodotti da paioli di bronzo appesi ai rami. Nel mondo romano la quercia era sacra a Marte (robur significa vigore) e a Giamadriadeove, poiché evocava la fecondità. Il tempio di Vesta era circondato da un boschetto di querce e il fuoco perpetuo doveva essere alimentato soltanto con la sua legna. Presso i Celti, Re Quercia governava i mesi più rigogliosi dell’anno. Nella tradizione norrena era sacra a Thor, il protettore dell’ordine cosmico e della fertilità. Secondo la mitologia greca la quercia ospitava due specie di ninfe: le driadi e le amadriadi. Le prime potevano spostarsi e lasciare il vegetale, le altre morivano con esso. Nell’Antico Testamento, Jahvè apparve ad Abramo presso le Querce di Morè. Con l’avvento del Cristianesimo l’albero assunse un simbolismo negativo dato che era connesso alla Dea Bianca, colei che muoveva l’Asse del Mondo: centinaia di querce furono abbattute e si diffuse la credenza che fossero abitate da spiriti maligni. Tuttavia, nel Viterbese il santuario della Madonna della Quercia è famoso per i numerosi miracoli. Leggenda vuole che piantare una quercia in una notte di Luna Nera favorisca la prosperità. Una foglia indossata sul collo o vicino al cuore allontana gli inganni. Un paio di foglie di quercia nell’acqua del bagno purificano il corpo e lo spirito.
Da quest’albero si ricava uno dei Fiori di BachOak” che serve a placare i soggetti iperattivi. Foglie e corteccia hanno proprietà astringenti, vasocostrittrici, emostatiche e antiemorragiche, antisettiche, antinfiammatorie e febbrifughe. Il macerato glicerinato delle gemme di Quercus peduncolata 1DH aiuta a superare le situazioni di stress regolando l’attività endocrina a livello surrenalico e delle gonadi.

Usatela per: proteggervi dalle negatività, purificarvi, favorire l’abbondanza, propiziare la fortuna e la fecondità. Le sue foglie e le ghiande si usano come offerte rituali a Samhain, poiché simboleggiano l’immortalità.

Pietre da associare alla quercia: quarzo affumicato, fluorite, rodocrosite, granato.

Bibliografia:
Florario di Alfredo Cattabiani
Erboristeria planetaria. Proprietà curative e simbologia delle piante. Ediz. illustrata di Ferdinando Alaimo
La dea bianca. Grammatica storica del mito poetico di Robert Graves
Nuova enciclopedia delle erbe, edizioni del Baldo

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento