Elleboro

Simbologia planetaria – Saturno

elleboroL’Helleborus niger è noto col nome di “Rosa di Natale” perché i suoi fiori bianchi dalle antere dorate sbocciano d’inverno, quasi a simboleggiare con i loro colori l’alba del solstizio invernale e l’oro del sole nuovo, del sole “bambino” destinato a crescere sull’orizzonte. Si narra che una pastorella non avesse nulla da regalare al neonato Gesù e mentre piangeva sconsolata vide sbocciare dei candidi fiori: erano le Rose di Natale, che felice, potè offrire al Salvatore. Forse per questo, anticamente era posto accanto alle partorienti per propiziare la nascita dei fanciulli.
Un mito greco racconta che Melampo, l’uomo dai piedi neri,  guarì dalla follia le figlie di Preto mescolando l’elleboro all’acqua della fonte dov’erano solite bere. Sicché la piantina venne ritenuta un toccasana contro le malattie mentali. Il rizoma in effetti ha proprietà narcotiche ma oggi non si usa più perché i suoi glucosidi possono portare alla morte.
L’elleboro o piede del diavolo, secondo Paracelso era usato per la preparazione di un unguento satanico in grado di rendere invisibili i frequentatori del sabba. Le radici nere, dette “capelli della strega” servivano per operare fatture a morte.

Usatelo per: proteggervi dalle negatività, allontanare la depressione e le malattie mentali, entrare in contatto con gli Spiriti, favorire i sogni premonitori.

Pietre da associare all’Elleboro: chiastolite, moldavite, septaria.

Bibliografia:
Florario di Alfredo Cattabiani

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.