Cerca

significato matto tarocchi

IMG_2267Pare che dalla follia di un dio che danza cominci ogni storia. C’è qualcosa di folle in uno Spirito che si incarna perché è destinato al sacrificio, ad essere fatto a pezzi, come succede a Dioniso, il dio della follia che danza lacerato.
Il Matto ha un nome ma non un numero. Questo è un indizio che lo colloca al di fuori dello spazio-tempo.
Potrebbe essere l’immensa energia creativa originaria oppure disordine e follia. Possiamo vederci un vagabondo oppure un illuminato che ha deciso di esplorare il mondo, senza legami e nazionalità; una creatura libera da necessità, complessi, giudizi. Il viaggio del Matto è guidato dal principio creatore infatti il sentiero dove poggia i piedi è azzurro. Il cane sembra spingerlo in avanti a significare che il passato non deve rallentare l’avanzata dell’energia verso il futuro. La bisaccia suggerisce la sola cosa che possiede, l’esperienza, la propria storia.
Quest’uomo bizzarro cammina verso l’avventura, l’ignoto, con tutta l’incertezza che ne deriva. Incarna il vagabondo, colui che urta le coscienze umane: diverte e spaventa allo stesso tempo, perché l’ironia permette di esorcizzare la paura. Diverso dalla massa è oggetto di rifiuto. Nei Tarocchi di Waite possiamo osservare che il Matto si trova accanto a picchi inaccessibili, gli stessi presenti nelle carte dell’Eremita e del Giudizio, arcani che evocano la ricerca della verità.
Dal punto di vista psicologico è l’espressione della libertà, della diversità, l’esclusione dal mondo voluta o imposta dalla società. La sua strada, spesso solitaria e difficile può condurlo alla saggezza o alla follia. Liberarlo o incatenarlo.
La voce del Matto è quella al di fuori degli schemi e da ogni condizionamento.

Quando questa carta compare in una stesa dobbiamo chiederci come (e dove) stiamo impiegando le nostre energie. L’impulso vitale del Il Matto carica di forza l’arcano successivo, o al contrario, la riassorbe ponendo fine ad una situazione per apportare forza ad un nuovo progetto. Può rappresentare una liberazione emozionale, materiale, mentale o sessuale. Talvolta simboleggia un viaggio, un pellegrinaggio, la forza che ci spinge a fare un’esperienza. Il Matto insegna che la saggezza si può acquisire anche attraverso la follia e gli stati alterati di coscienza. Per agire nel mondo talvolta bisogna frantumare la percezione dell’io. Bisogna saper andare oltre, saper rischiare per ottenere. E’ un arcano che chiede di seguire i segni, l’intuito, le coincidenze e i sogni. Chiede di scegliere liberamente e proseguire sulla via intrapresa senza perdersi d’animo. Al negativo esaspera l’aspetto dell’irrazionalità e del pericolo che portano alla catastrofe. Può segnalare un blocco, inerzia, depressione, fuga dalla realtà, immaturità, colpi di testa, sregolatezza, dispersività.
In questo archetipo c’è la follia, la gioia, l’innocenza, l’ignoranza, il pericolo dell’inconsapevolezza; può essere la follia dell’estasi che conduce al divino oppure follia oscura apportatrice di morte e distruzione.

Domande dell’Arcano:
Da che cosa mi voglio liberarmi?
Qual è la mia strada?
Come sto canalizzando la mia energia?
Sono libero?

Parole chiave:
Libertà, viaggio, ricerca, origine, progredire, essenza, caos, fuga, pazzia, illusioni, buffone, senza fissa dimora, nomade, delirio, innocenza, vitalità, idealismo, spiritualità, evoluzione, visionario/profeta/energia divina, liberazione.

Bibliografia:

 

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.