Simbologia del Giglio


uso giglio in magiaIl giglio originario della Siria  è  da sempre considerato un simbolo di fecondità. Simile alla rosa divenne attributo delle Grandi Madri.
I gigli ornavano il capo di Demetra e Core e gli antichi credevano fosse nato dal latte di Giunone.
A Roma il fiore era soprannominato “Iunonia rosa” ed era sacro a Lucina (colei che faceva vedere al neonato la luce del giorno), Opigena (dea che aiutava le partorienti), Cinxia (che modellava il cinto della sposa) e a Iterduca. Era sacro anche a Pudicitia che tutelava la verginità e alla dea Spes (Speranza) spesso rappresentata con un giglio in mano.
In campagna anticamente si usava uno stratagemma per capire se il nascituro sarebbe stato maschio o femmina: si chiedeva alla futura madre di scegliere fra una rosa e un giglio. Se avesse scelto il giglio sarebbe nato un maschietto, viceversa, una femminuccia.
Nell’Antico Testamento evocava la Bellezza, la fertilità, ma anche la fioritura spirituale. Nel Cantico dei Cantici Israele viene paragonato ad un giglio fra i cardi mentre nella Siracide è l’emblema della saggezza.
Nel Vangelo di Matteo rappresentava l’abbandono alla provvidenza: “Perché siete in ansietà intorno al vestire? Considerate come crescono i gigli della campagna: essi non faticano e non filano; eppure io vi dico, che Salomone stesso, con tutta la sua gloria, non fu vestito come uno di loro”.
Il Giglio fu offerto alla Madre di Dio dall’arcangelo Gabriele in occasione dell’ Annunciazione perciò simboleggia la purezza.
Con i suoi tre petali richiama anche la Trinità e le tre virtù teologali (fede, speranza e carità). simbolo giglioLa varietà arancio/rossa del fiore fu associata a San Giovanni in quanto ricordava il capo insanguinato del Battista.
Fiore sacro a Mercurio e alla Luna, può essere bruciato per stimolare la creatività, l’ottimismo e la gioia di vivere, o contro la solitudine. Nelle notti di luna piena l’incenso di giglio bianco facilita le comunicazioni con i mondi sottili e i sogni profetici.
Per propiziare la fertilità fate un infuso mettendo in un litro d’acqua 7 fiori di giglio, una manciata di chicchi di riso e di melagrana; dopo aver portato ad ebollizione filtrate e aggiungetelo all’acqua del bagno.
Sognare un giglio significa nobiltà d’animo ma allo stesso tempo indica la necessità di fare chiarezza nella propria vita, il bisogno di trovare pace e tranquillità. Vederne molti porta fortuna e vuol dire che godiamo della fiducia e del rispetto delle persone che ci circondano; ma se li tagliamo allora è segno che si sta abusando del proprio potere.
In generale sono di buon auspicio per gli affari e l’evoluzione spirituale.
Nei Tarocchi di Waite questo fiore compare nel Bagatto, nella Temperanza e nei denari a simboleggiare la purezza, l’innocenza, il principio e l’abbondanza.

Bibliografia:
Florario, Alfredo Cattabiani

 

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento