Cerca

Gli oli essenziali della salute: guida pratica contro i mali di stagione

Gli oli essenziali esercitano un’azione curativa nei confronti di molte infezioni. Alcuni di essi hanno proprietà calmanti, antisettiche, disinfettanti, antibatteriche e antivirali.
Si usano per fare dei bagni o dei massaggi, suffumigi e gargarismi. Se vengono diffusi nell’ambiente in cui ci sono persone malate o debilitate proteggono dal contagio i soggetti sani e velocizzano la guarigione.

Scopriamo qualche rimedio semplice per difenderci dai mali di stagione.

Purificare l’aria
Una miscela di oli essenziali utili a purificare l’aria da virus e batteri è composta da: 4 gocce d’olio essenziale di eucalipto, 4 di lavanda e 4 di pino mugo.

Bagno terapeutico
Per un bagno terapeutico contro l’influenza versa 8 gocce d’olio essenziale di cannella, benzoino o eucalipto in un cucchiaio di latte e poi nella vasca. Allevierà i sintomi svolgendo un’azione antisettica.

Angelica killer di batteri
L’olio essenziale di angelica attiva le difese immunitarie. Nei periodi di picco dell’epidemia influenzale metti nel diffusore 5 gocce di essenza di lavanda e 5 di angelica.

Naso intasato
Quando hai il naso intasato liberalo con un suffumigi. Versa un litro d’acqua calda in una ciotola di vetro e aggiungi 3 gocce di essenza di eucalipto e 3 di menta piperita. Poi prendi un asciugamano, copriti la testa e inspira. Se hai anche tosse e mal di testa vai col timo!

Bronchite che stress…
Per un’azione mucolitica ed espettorante prima di ricorrere al bronchenolo prova a frizionare tre gocce d’olio essenziale di mirto diluite in un cucchiaio d’olio di mandorle dolci sul petto.
In alternativa scegli l’olio essenziale di origano, issopo, sandalo o mirra.

Febbre
Prendi un panno di cotone e immergilo in una bacinella d’acqua dove avrai versato qualche goccia d’olio essenziale di limone o bergamotto. Strizzalo e mettilo sulle tempie o sui polsi finché non comincia a scaldarsi. Ti aiuterà a rinfrescare il corpo.
In alternativa prova un pediluvio (acqua tiepida) con tre gocce d’olio essenziale di eucalipto. Agirà tramite la pelle e  le vie respiratorie, con una duplice funzione terapeutica!

Tosse grassa insistente
Quando c’è un eccesso di catarro scegli il mirto: una goccia di olio essenziale in un cucchiaino di miele bio (da assumere al mattino) la placherà! Se di notte vuoi riposare diffondi 5 gocce d’olio essenziale di mirto in camera, così la tosse non ti rovinerà il sonno.

Ricomincia a respirare
L’olio essenziale di benzoino si può massaggiare ai lati del collo al mattino prima di iniziare la giornata, per riscaldare i bronchi e la gola, e proteggerli dal freddo. Bastano due gocce in un cucchiaino d’olio di mandorle dolci.
Per fare un suffumigi aggiungi 3 gocce d’olio essenziale di benzoino in acqua calda. Agisci ai primi sintomi di tosse e raffreddore.

Tonsillite? Ti aiuta il bergamotto!
Quando senti che le tonsille iniziano a farti male e ad ingrossarsi come due palle da tennis versa una goccia d’olio essenziale di bergamotto in un po’ di miele, diluiscilo in un bicchiere d’acqua tiepida e fai dei gargarismi per qualche minuto. Ripeti fino a 4 volte al giorno.
Se in gola hai delle simpatiche placche assumi 30 gocce di macerato glicerico 1DH di rosa canina, una volta al giorno, al pomeriggio.

Lo strazio dell’otite
Puoi fare dei suffumigi per liberare i canali auricolari dal muco prima di ricorrere ai 25mg canonici di deltacortene. Aggiungi 3 gocce d’olio essenziale di lavanda, eucalipto o camomilla nell’acqua ben calda.

Il cajeput ha proprietà antidolorifiche, antisettiche e fluidificanti che lo rende perfetto come rimedio antinfiammatorio e analgesico. Usalo per fare impacchi e suffumigi. Contro l’infiammazione usa il macerato glicerico di Ribes nigrum 1DH o quello di Betula pubescens: 50 gocce prima dei pasti.

Congiuntivite
Puoi scegliere fra: 2 gocce d’olio essenziale di lavanda, camomilla o palmarosa. Aggiungile all’acqua tiepida e immergici un paio di garze sterili. Strizzale e applicale sugli occhi. Non ripetere più di 3 volte al giorno.
Se non passa vai dal medico che ti prescriverà il betabioptal.
Quando invece gli occhi sono irritati e lacrimano a causa del freddo, fai bollire l’acqua e aggiungici una bustina di camomilla bio. Lascia che si raffreddi, prendi un po’ di cotone, strizzalo e applicalo sugli occhi.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.