Cerca

Cancro

1258368714_04_racIl  Cancro (22 giugno-22 luglio) è il segno della manifestazione individuale nella caverna cosmica. E’ connesso all’inconscio, alla fertilità, ai sogni, alla trasformazione e alla gestazione. Nel tipo cancerino prevale l’istinto: mutevole come la Luna è tendenzialmente iperemotivo (e talvolta ipercritico). Può anche essere dotato di poteri medianici. Ma su queste indicazioni generali operano gli influssi dell’ascendente e dei pianeti di nascita. Tolomeo scrisse che le stelle sugli occhi del Cancro esercitano la stessa azione di Mercurio e parzialmente di Marte; quelle sulle chele di Saturno e Mercurio; l’agglomerato di stelle a forma di nuvola- di Marte e della Luna; le due stelle laterali denominate Asini di Marte e del Sole.
Nell’uomo zodiacale al Cancro corrispondono l’esofago, lo stomaco, il diaframma, il pancreas, le mammelle, i vasi chiliferi, i lobi superiori del fegato, il canale toracico, l’utero, le costole, lo sterno, l’ascella e gli organi digestivi. Nel cielo cristianizzato di Schiller il Cancro è sostituito da Giovanni il Battista.
Il segno grafico del Cancro è composto da due semicerchi ognuno dei quali contiene un nucleo centrale. Quello superiore indica le qualità del segno, quel patrimonio interiore che Dio ha donato ai nativi e devono coltivare: la sensibilità, l’attaccamento alla famiglia, l’amore per i figli, la memoria. Il nucleo di sotto invece rappresenta la parte oscura, animale, di cui l’individuo deve liberarsi: l’accidia. Questo vizio capitale consiste nella negligenza a praticare il bene per indolenza, pigrizia, apatia, alla quale si accompagnano nel nativo meno evoluto, la menzogna e la vendetta.

Nella mitologia
narciso_waterhouse Karkìnos (il Cancro) fu schiacciato da Eracle nel tentativo di aiutare Era che lo ricompensò dedicandogli una costellazione in cielo. Il mito negativo è quello di Narciso un bellissimo giovane che rifiutò l’amore di tutte le ninfe, compresa Eco, che si ammalò fino a morire; di lei rimase solo la voce che ripeteva il nome dell’amato come un fioco lamento. Narciso fu punito dalla dea Nemesi che gli ispirò un folle amore di se stesso per cui s’invaghì della sua immagine riflessa nella fonte Ramnusia finché cadde nell’acqua, annegò e fu mutato nel fiore che porta il suo nome. All’immagine della Grande Madre feconda si contrappone Narciso il granchio chiuso e colmo di amore solo per se stesso, incapace di donare. Al Cancro si ricollega il simbolismo solstiziale della cavena cosmica e l’archetipo della maternità.

Le pietre preziose e le essenze del Cancro
adulariaLe pietre consigliate ai nativi  sono quelle bianche lattiginose e iridescenti prima fra tutte l’adularia. Portata sul dito anulare favorirebbe la medianità e l’apertura del cuore. Appoggiata al plesso solare calma l’aggressività. Anche l’opale con riflessi verde-azzurri è adatto al segno: indossarlo alla base della gola rafforza l’eros e la gioia di vivere. Altra gemma del Cancro è la perla che appoggiata sul terzo chakra placa l’emotività. L’essenza del Cancro è il lillà. Per la prima decade il sandalo, per la seconda il tiglio e per la terza l’ambra.

Caratteristiche del segno zodiacale del Cancro
Col Cancro si entra nell’estate il periodo in cui maturano i frutti. E’ un segno femminile, d’acqua e la Luna pone qui il proprio domicilio. Il nativo ha una memoria tenace che gli consente di avere ricordi vivissimi per cose già vissute o idealizzate. Le ambizioni non gli mancano, ama sentirsi al centro dell’attenzione ma se avverte un’aggressione si chiude in se stesso. Di natura pigra e poco dinamica ha un ricco mondo interiore nutrito da una vivida immaginazione, da sogni, fantasie, emozioni, che rivela solo a chi reputa affidabile e sicuro secondo ciò che gli detta il cuore; nutre a pelle antipatie immediate. La sensibilità è elevata, la vulnerabilità causa qualche malinconia e un po’ di timidezza.
Il Cancro ama la compagnia è affettuoso e premuroso con le persone a cui vuole bene. I difetti principali sono l’umore instabile, il disordine (spesso anche mentale) e la languida pigrizia. Il suo sesto senso (che spesso gli fa prendere decisioni impulsive) è quasi medianico. Le professioni adatte al segno sono tutte quelle che riguardano la cura del prossimo: educatori, psicologi, medici, ostetriche.

Luna: domicilio
Venere: esaltazione
Marte: caduta
Saturno e Urano: esilio

Dal punto di vista astronomico
imagesIl Cancro è poco luminoso: Beta Cancris raggiunge appena la magnitudine di 3,76. Sul corpo del crostaceo si possono osservare due stelle: Asellus Borealis “asino boreale” e Asellus Australis “asino australe” separate da una nebulosa Presepe oppure alveare, una macchia lattiginosa visibile a occhio nuudo, un grande ammasso aperto di 75 stelle. In Grecia la costellazione del Cancro era simboleggiata anche dal gambero e dall’octopous, il polpo, poiché essendo tutti lenti ricordano il rallentamento apparente del Sole quando raggiunge il segno solstiziale.

Bibliografia:
L’aspetto astrologico del Cancro è descritto in : Planetario di Alfredo C.
L’Astrologia e i miti del mondo antico, di Patrizia Tamiozzo Villa

 

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.