Cerca

Gioco: Le essenze del’anima

Essenza n.1 Limone
Il limone preferisce un terreno fertile, luminoso, protetto dal vento…Ecco allora che ti chiede di trovare un luogo tranquillo dove sedere e meditare per raggiungere la luce interiore o fare chiarezza, se sei confusa. Il giallo, nel suo lato ombra rappresenta il caos e la paura. L’essenza di limone guarisce la sfera emotiva turbata rasserenandola, illuminando i problemi e suggerendo possibili soluzioni. Diffondi questo olio essenziale al mattino e lasciati avvolgere dalla sua saggezza solare. Il limone da un’impressione di solidità e radicamento, riattiva l’energia interiore e il senso d’identità. Riscalda le relazioni con gli altri rendendoci più aperti, positivi e disposti ad amare. Se soffri di ritenzione idrica o cattiva circolazione aggiungi qualche goccia di quest’olio essenziale nell’acqua del bagno. A livello mentale aumenta la concentrazione, la  memoria e placa il mal di testa.

Essenza n.2 Mirto
Fin dall’antichità questa pianta fu associata a divinità femminili, come Ishtar, Afrodite, Turan. Rappresenta dunque la tenacia, la gioia di vivere, l’amore, la protezione e la fecondità. La sua essenza è davvero magica per risvegliare il cuore, i buoni sentimenti e stimolare il coraggio nei momenti di trasformazione. Agisce direttamente sul quarto chakra: risolve le affezioni respiratorie (proprietà decongestionanti, antinfiammatorie, anticatarrali, espettoranti, antispasmodiche) e promuove l’amore verso se stessi. Una dea bella come Afrodite non poteva non donare al mirto un effetto benefico sulla pelle del viso: l’acqua aromatica (detta acqua degli angeli) è perfetta per mantenere il viso giovane ed esaltarne la carnagione (effetto tonico, rinfrescante, sebonormalizzante per pelli stanche e impure).
A livello sottile purifica gli ambienti e aiuta a raggiungere uno stato di quiete mentale.

Essenza n.3 Cedro
Il nome cedro deriva da “Kedron” che significa potere: era considerato un albero protettivo e connesso al divino. Gli Arabi ritengono che i cedri abbiano un’anima che consente loro di dare segni di saggezza e intelligenza: sarebbero esseri celestiali sotto forma vegetale. In Cina, il cedro è il simbolo dell’amore fedele che resiste dopo la morte. L’olio essenziale riflette l’idea di robustezza e maestosità della pianta: dona forza durante i periodi più difficili, quando siamo malati o debilitati. Gli Egizi sostenevano che preservasse l’energia vitale delle persone. Diffondilo se devi affrontare situazioni nuove, come trasferimenti, ambienti sconosciuti, se fatichi a integrarti e ad esprimere la tua unicità. L’essenza di cedro aiuta a trasformare una problematica o una situazione negativa in un’opportunità da cui si può trarre più fiducia in se stessi. Conferisce equilibrio nei momenti di crisi e vulnerabilità. Diffuso nell’ambiente, secondo numerose tradizioni orientali, attrae benessere, prosperità e rafforza la connessione con la propria parte spirituale. A livello fisico è utile per la cura della pelle e in caso di cistite recidivante (basta aggiungere poche gocce d’essenza in olio di mandorle e poi massaggiare la parte bassa dell’addome per cicli di tre settimane).

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.