Quando si manifestano gli Spiriti?


quando si fanno sentire gli spititiMolte persone, mi chiedono quali sono i momenti in cui gli Spiriti amano manifestarsi più frequentemente.
Non esiste una guida al riguardo, la percezione dei “Mondi sottili” è personale, tuttavia prestando la dovuta attenzione, vedremo che alcune situazioni favoriscono l’incontro con gli Spiriti.

Mentre si dorme
Il sonno favorisce il rilassamento mentale e la quiete interiore. Potete percepire sensazioni precise (carezze, una brezza lieve, pressione sul torace) o semplicemente, aprire gli occhi all’improvviso senza alcuna ragione.
Gli Spiriti possono portare i loro messaggi anche in sogno, anzi è uno dei metodi che prediligono. Ciò si verifica perché l’emisfero destro del cervello, connesso all’immaginazione, all’intuizione, alle emozioni, trova una maggiore libertà di espressione nei sogni  e dal momento che gli Spiriti esistono sotto forma di energia, riescono ad intercettare quella della nostra mente intuitiva.
Non vengono di notte “per spaventarci”, ma perché la nostra sensibilità è amplificata e siamo rilassati.

Quando siamo soli
“Capita sempre quando solo sola! Ho paura! Ma perchè??”. Ve lo spiego subito: la solitudine e il silenzio ci permettono di non essere distratti dagli altri o dalle attività quotidiane. Se siamo tranquilli con la mente sgombra dal solito “chiacchiericcio”, gli Spiriti cercano di catturare la nostra attenzione.
Il telefono fa solo uno squillo, la lampadina si brucia, sentiamo un colpo fortissimo sull’armadio, un sospiro, sentiamo pronunciare il nostro nome,  ci sentiamo avvolti e protetti in un abbraccio, sentiamo un profumo, qualcosa (ben riposto) cade, il campanello suona ma non c’è nessuno…ecco come possono farci sentire la loro presenza. Ogni Spirito ha il suo modo di presentarsi, simile a quand’era in vita.

Quando i “veli” sono più sottili
All’alba e al tramonto, quando simbolicamente si apre e si chiude un ciclo, oscurità e luce si confondono.
-Nei periodi che segnano un “passaggio” in natura e nel percorso solare: solstizi ed equinozi.
-Quando le energie evocano un ri-mescolamento cosmico, il caos.
-Nei giorni legati al proprio ciclo numerologico (il compleanno ad esempio) o nelle date in cui i nostri cari sono scomparsi.
-Quando ci troviamo in luoghi isolati fra: terra e mare, montagna e cielo, cielo e acqua (laghi, cascate), in cui gli elementi e le energie si incontrano.

Quando stiamo soffrendo
I nostri cari possono farsi sentire in momenti cruciali della nostra esistenza, tanto positivi (matrimoni, nascite, cambio di lavoro) quanto negativi (crisi esistenziali, depressione, cambiamenti improvvisi) al fine di incoraggiarci. Saranno i segni e le coincidenze significative a indicarci la loro presenza.

Salva

Salva

Salva

Salva


Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento