Solstizio d’Inverno: la notte buia dell’anima


Nell’emisfero settentrionale il 21 dicembre segna il Solstizio d’inverno. Si onora l’oscurità ed è un giorno da dedicare all’introspezione.
Ogni persona su questo pianeta riflette la polarità luce/buio proprio come la natura risponde a cicli di piena espansione e contrazione.
Il Sole entra nel Capricorno che opposto al Cancro simboleggia il distacco dalla materia. Con Mercurio retrogrado saranno accentuati tutti i sentimenti, le emozioni e i pensieri sepolti nella nostra anima.
Dobbiamo impegnarci a guadare noi stessi  limitando i giudizi.
Celebrare il buio dell’anima significa celebrare le nostre profondità, osservare dove la luce fatica ad entrare.
Significa celebrare il nostro potenziale, comprendere che esistono dei semi nascosti nell’anima che possono fiorire.
Oggi prendetevi del tempo per riflettere, per meditare, lavorare sul chakra della radice.
Diffondete qualche goccia d’olio essenziale di ginepro, cipresso o canfora per purificare gli ambienti e favorire il rinnovamento. Offrite alla Terra le vostre paure e formulate l’intenzione di trasformarle.
I tre Arcani maggiori che associo al Solstizio d’inverno sono il Diavolo, la Luna e il Sole.
Il Diavolo rappresenta le nostre paure. La Luna ciò che cresce e muta nel buio, in segreto. Il Sole la forza prorompente che avvia un nuovo ciclo.

Siamo Buio e Luce uniti nell’eterna danza cosmica

 

 

 

Copyright
I contenuti presenti sul sito “Caverna Cosmica” dei quali è autore il proprietario del sito non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Ogni violazione sarà perseguita ai sensi della legge.


Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento