Cerca

Significato simbolico del gufo: il signore della notte che guida

Il gufo era sacro ad Atena la dea greca delle arti, della sapienza e della guerra. Eppure, in quasi tutte le altre culture, era considerato un vero e proprio uccello del malaugurio.
Solo nella tradizione induista e fra gli Indiani Omaha simboleggiava l’accortezza e la capacità di osservazione.
Nell’America del Nord incarnava la guida degli uomini nella notte e le sue piume venivano utilizzate come potenti amuleti per proteggersi dai pericoli del buio.
In Egitto e presso i Celti il gufo era il custode dell’Oltremondo, colui che accompagnava le anime nell’Aldilà.
Probabilmente il suo verso cupo e le abitudini notturne hanno inciso in modo negativo sul suo simbolismo. Eppure non dobbiamo considerarlo un messaggero sinistro!
La morte, intensa in senso più ampio, è solo un momento di passaggio verso l’ignoto.
Il gufo compare nelle nostre vite per guidarci nel cambiamento, per aiutarci a vedere nell’oscurità e superare la paura di ciò che non conosciamo. Ci chiede di procedere con cautela sul nostro cammino, senza lasciarci imbrogliare dalle apparenze.
I Nativi Americani lo associavano alla saggezza. Non a caso era l’animale di potere di stregoni e uomini di medicina. Nei rituali sciamanici si invocava per comprendere gli oracoli e profetare.
In Europa, durante il Medioevo, divenne addirittura il simbolo del principe dei demoni, il famiglio dei maghi, degli indovini e dei consacratori di incanti. E’ nota la presunta capacità delle streghe di trasformarsi in gufi.
Anche oggi, il povero uccello è ritenuto foriero di sciagure in molte nazioni.
Nell’America del Sud, se lo s’incontra al cimitero ci si deve allontanare senza abbassare lo sguardo, ripetendo la formula “Credo in Dios y non in vos” per evitare il maleficio e respingere il demonio. In Paraguay,  le persone quando sentono il verso del gufo, fanno un gran rumore battendo contro le pareti qualunque oggetto a portata di mano.
Del resto nella Mesoamerica il gufo, detto fra gli Aztechi tecolotl e fra i Maya cui, era segno di morte e di terra-morte in entrambe le tradizioni. Nel glifi Maya era presagio di giorno infausto.
In Spagna si narra che anticamente il gufo fosse il più soave dei cantori. Purtroppo ebbe la sventura di assistere alla morte di Cristo e fu condannato a vivere lontano dalla luce del giorno e a emettere un lamentoso “crux-crux”, verso che rammenta la croce e dunque la crocifissione del Salvatore.

Messaggi positivi del gufo
-intelligenza
-capacità di osservazione
-protezione
-cambiamento
-saggezza
-misteri e profezie
-conoscere l’ignoto
-connessione ai mondi spirituali

Messaggi negativi
-solitudine
-tristezza

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.