Purificazione spirituale: come fare


purificare spiritoAl giorno d’oggi si presta molta attenzione a detossinare il corpo, dimenticando che le emozioni e gli stati mentali connessi allo Spirito, vanno anch’essi purificati.
Ma quando e come si fa?

-Se non riesci a liberarti dal passato e dai pensieri ricorrenti su storie o eventi che hai vissuto;
-Se ti senti in colpa per qualcosa che non hai detto o fatto. E provi rammarico.
-Se provi un forte risentimento.
-Se ti senti poco motivato, non sai quale strada scegliere.
-Neghi o fatichi ad accettare gli ultimi eventi nella tua vita e vorresti che tutto fosse diverso.
-Se hai represso le tue emozioni.
-Se sai di aver agito male nei confronti di qualcuno che ami.

Se almeno due delle affermazioni precedenti risuonano in te, allora procedi.

Tira fuori le emozioni
Prendi carta e penna. Siediti e inizia a scrivere tutto ciò che pensi per almeno 5 minuti. Scrivi ogni cosa, compreso quello che non riesci a dimenticare e ti fa soffrire. Materializza i pensieri nella realtà concreta, in modo che tu possa osservarli e riflettere.

Affronta le emozioni
Ora che i tuoi pensieri sono “nero su bianco”, è possibile che un gran numero di emozioni fluiscano in te. Esprimile: piangi, vai a correre, dipingi, rompi un vaso…sfogati! Reprimerle crea dei blocchi, modelli subconsci che impediscono l’evoluzione personale. Se invece ti immergi nel “mare emotivo”, all’apparenza spaventoso, giungere a riva sarà  liberatorio.

Accetta le emozioni
Hai rilasciato le tue emozioni. Accettale senza giudicarle, permetti a te stesso di viverle e di sentirti esattamente come ti senti. Non combatterle, non affrontarle, arrenditi. Rispetta ciò che ti hanno insegnato.

Respira
Il respiro fa parte di un processo ri-energizzante. Siediti e inizia a inspirare ed espirare in modo lento e profondo. Parti dalla pancia, fai scorrere l’aria nella cassa toracica, nel petto e rilascia. Senti lo stomaco rilassato e privo di tensioni.
Quando espiri, visualizza un vento calmo e soffice portare a galla il fumo denso e grigio delle emozioni indesiderate, a partire dai piedi fino alla testa. Il fumo esce e tu sei sempre più tranquillo. Prosegui l’esercizio per dieci minuti.

Medita
Scegli una musica rilassante, stenditi o assumi la posizione del loto con gli occhi chiusi. Svuota la mente dai pensieri seguendo solo i suoni. Se si presenta un pensiero o un’emozione, osservala come se fossi una persona esterna. Continua a meditare per circa venti minuti.

Formula l’intenzione
Dopo aver concluso la meditazione, prendi un altro foglio e scrivi ciò che desideri guarire, la tua intenzione. In genere, la prima cosa che ti viene in mente è quella giusta; segui l’intuizione e non rielaborare. Dev’essere un’affermazione breve, semplice, veloce da ricordare.

Fai spazio dentro di te
Ora sai di cos’hai bisogno, ma devi creare in te lo spazio affinché, come un seme, la tua intenzione cresca forte e vigorosa. Questo implica lasciar andare le paure, le emozioni negative, i traumi. Se ti fa piacere scrivi una lettera per congedarti dal passato. Poi bruciala.

Chiedi supporto
Chiedi all’Universo, alle Divinità, alle Entità luminose di aiutarti a voltare pagina e permettere al perdono di entrare nel tuo cuore, nella tua mente, nel tuo corpo e nella tua anima. Domanda alle Guide di sostenerti nel processo di purificazione e rinascita. Chiedi la loro benedizione e ringraziale.

Resta sulla via giusta!
Ora che ti sei alleggerito e ripulito, cerca di onorare ogni giorno la tua parte spirituale. Medita, fai qualcosa di creativo, scrivi, pratica la gratitudine, dai la priorità alle cose che ti fanno sentire sereno.
Ogni giorno, prima di andare a letto, prenditi qualche minuto e ripeti questa affermazione: “Rilascio il mio corpo, la mia mente e il mio spirito da ogni negatività e dalle paure del passato, del presente e del futuro. Richiamo la presenza della Luce Divina per guidarmi e nutrire la mia anima verso il compimento del cammino spirituale. Grazie”.


Categorie

Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento