Cerca

La Madonna del Granato

madonna del granatoNel santuario della Madonna del Granato si venera una statua della vergine col melograno. L’evidente somiglianza  tra questa statua e le statuette di Hera ritrovate nei santuari di Paestum non lasciano dubbi sulla continuità tra culto greco e cristiano. Entrambe sono sedute su un trono e mostrano un melograno, simbolo di fertilità. Anche la verginità è un elemento che le accomuna (la Dea può tornare vergine ogni volta che si bagna nelle acque di sorgente).
Hera regina dell’Olimpo e sposa di Zeus, rappresentava la moglie/madre e puniva le infedeltà coniugali. Era la dea della prosperità, la patrona dei parti, la divinità della luce, colei che dispensava le grazie.
I riti pagani col tempo sono scomparsi ma la tradizione popolare mantiene vivo il legame con l’Antica Religione: ancora oggi infatti, è usanza portare i melograni alla Madonna del Granato in segno di riconoscenza e di ringraziamento.
Il melograno è chiamato “malum punicum” per la sua provenienza dalle terre fenice. Diffuso già durante l’antichità nei paesi del Mediterraneo è da sempre collegato ai culti della Dea Madre.

 

3 commenti

  1. Bellissima spiegazione, bel blog!
    I culti della Dea si ritrovano spesso nel cristianesimo… Che dal canto suo ha praticamente fatto un enorme copia-incolla di tutte le culture antiche, adattandole, riprogrammandole, distruggendole.

    Un saluto!

  2. Grazie Lamia,
    mi ha fatto piacere ricevere la tua visita.
    Lo dico sempre anche io che la chiesa è esperta di copia-incolla.
    E’ molto interessante ritrovare nei simboli e nei segni antichi, strade che riportano a culti dimenticati.
    A presto !

    Lux

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.