Cerca

Primavera: com’è festeggiata nel mondo

ostaraIran
In Iran la festa di “Nawruz” inizia poco prima dell’equinozio di primavera. “No Ruz” significa “nuovo giorno” e segna il tempo della speranza e della rinascita. Durante questo periodo le case vengono pulite, risistemate e riempite di fiori freschi (in particolare giacinti e tulipani). L’anno nuovo per gli iraniani inizia il giorno dell’equinozio di primavera e lo festeggiano facendo dei pic-nic in compagnia dei propri cari. “No Ruz” pone le sue radici nello Zoroastrismo la religione predominante in Persia prima dell’arrivo dell’Islam.
L’Haft Sîn è la preparazione della tavola con sette elementi i cui nomi iniziano con la Sin (‘esse’) in persiano. Il sette è un numero sacro e simboleggia i sette Arcangeli con l’aiuto dei quali, quasi tremila anni fa, Zarathustra fondò la sua religione. La tavola viene riccamente addobbata con fiori, un libro sacro (Avesta, Corano etc.) e la bandiera tricolore persiana. Non mancano mai le candele accese, una ciotola d’acqua (a simboleggiare la vita), una foglia sull’acqua (ad indicare la caducità della vita) e uno specchio (per l’introspezione).
Vi sono inoltre:
sabzeh: germogli di lenticchie, orzo o frumento a simboleggiare la rinascita;
samanu: un impasto di orzo per favorire l’abbondanza;
senjed: frutti secchi di oleastro per propiziare l’amore;
sîr: aglio per la salute;
sîb: mele, scrupolosamente rosse, a simboleggiare la bellezza;
somaq: bacche di Sommacco a simboleggiare l’asprezza della vita;
serkeh: aceto a simboleggiare la pazienza e la saggezza.
sekkeh: le monete a rappresentare la ricchezza;
candele accese: simbolo dell’alba e dell’illuminazione;
uova decorate: uno per ogni membro della famiglia per assicurare la fertilità.
-una ciotola d’acqua con alcuni pesci rossi a simboleggiare la vita dentro la vita. Il simbolo del pesce è essenziale sulla tavola.
acqua di rose (Āb-e ghōl): evoca la purezza.

Irlanda
In Irlanda il 17 marzo si celebra San Patrizio famoso per aver cacciato i serpenti dall’isola. Il serpente ovviamente era il simbolo del paganesimo, la vecchia religione. Eppure il simbolo del Trifoglio spopola durante i festeggiamenti. I Druidi credevano che avesse il potere di cacciare gli spiriti maligni oltre a conferire la capacità di profetare specie se strofinato sul “terzo occhio”. In Egitto, adornava la testa di Osiride a rappresentare le forze rigenerative.

FB_IMG_1457972143848Israele
Una delle feste più importanti della cultura ebraica è Pèsach o Pesah (ebraico פסח), che dura otto giorni e ricorda la liberazione del popolo israelita dall’Egitto e il suo esodo verso la Terra Promessa. Le case vengono pulite e per l’occasione e si tiene una cena speciale il “Seder” che si conclude con la lettura dell’Haggadà cioè il libro che narra la liberazione degli Ebrei dalla schiavitù.
Anticamente si festeggiava il raccolto delle prime spighe d’orzo. Pesach segna l’inizio della primavera.
E’ detta anche “Chag haaviv” cioè “festa della primavera”.

Russia
In Russia si festeggia  “Maslenitsa” ossia il ritorno della luce e della Primavera.

MaslenitsaLa “Maslenitsa” è un’antica festa slava di origini pagane sopravvissuta all’avvento del cristianesimo che si colloca in prossimità di Ostara.
La settimana di festeggiamenti (quest’anno inizia l’11 marzo) prende il nome di “Madam Maslenitsa” o “La Pura”. E’ detta anche “settimana del burro”, “settimana del formaggio” o delle “labbra di zucchero” visto che la tradizione Ortodossa vieta la carne in questo periodo.
Durante la Maslenitsa le coppie che vogliono sposarsi saltano mano nella mano sui falò al fine di propiziare la loro unione.
Anticamente gli abitanti dei villaggi trascorrevano questi giorni in un clima di serenità e spensieratezza, e recitavano la parte di alcuni personaggi mitici come la “Maslenitsa” e il “Voivode” o Signore della Guerra.
Non sfugge l’affinità con Marte che da il nome al mese di Marzo.
Lo scopo dei festeggiamenti  era  risvegliare la Natura e scacciare l’inverno. Per questo la gente intonava bellissimi canti sulle colline innevate. Il simbolo della Maslenitsa era lo spaventapasseri che veniva portato in processione lungo le vie del paese per poi essere bruciato in un falò con un pancake in mano.
I pancakes appartengono alla tradizione pagana russa e per la loro forma rotondeggiante rappresentano il dio del sole “Yarilo” che ha il compito di bandire l’oscurità invernale dal mondo.
Le donne si tramandano di generazione in generazione le loro ricette, che custodiscono gelosamente.
Il primo dolce sfornato rappresenta la pace e viene offerto ai morti. E’ necessario rinnovare la comunione con i defunti che abitano le zone sotterranee della Terra, la stessa Terra che nutrirà la gente con i suoi frutti.
Per aiutare il Sole nella sua rinascita i membri della comunità corrono a cavallo attorno ai paesi in senso orario.
L’ultimo giorno di festa è riservato al perdono: tutti si scusano per le mancanze commesse durante l’anno e i festeggiamenti si concludono fra danze e canti.
Il Lunedì seguente inizia la purificazione dagli eccessi alimentari per mezzo delle saune (Banya), mentre le donne lavano accuratamente tutte le stoviglie per rimuovere qualunque traccia di cibo proibito.

Scozia (Lanark)
Nell’area di Lanark la stagione primaverile si apre il primo marzo con la festa di “Whuppity Scoorie”. I bambini si riuniscono di fronte alla chiesa di St. Nicholas all’alba e quando il sole sorge corrono intorno all’edificio sventolando palle di carta facendo un chiasso infernale. Alla fine del terzo e ultimo giro, i bambini raccolgono le monete lanciate dai membri della comunità che promuovono l’evento. Questa festa avrebbe origini pagane: in primavera i seguaci dell’antica religione accoglievano l’arrivo del Sole facendo un gran baccano in modo da allontanare gli spiriti dell’oscurità e dell’inverno.
Le monete per la forma rotondeggiante ricordano il sole ed i semi pronti a germogliare  e sono simbolo di abbondanza.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.