Bambini empatici e intuitivi


bambini-chiarovveggenti

I bambini empatici o intuitivi, sono molto sensibili e interagendo con un’enorme quantità di energie (sia dei viventi che delle Entità), a volte subiscono un vero e proprio “sovraccarico”.  
In quanto genitori, dovrete aiutarli a gestire la loro particolare sensibilità:

Parti dal dialogo: nel momento in cui tuo figlio manifesta un forte stress e ha reazioni esagerate, lascia che ti spieghi cosa lo turba, le sue emozioni e le sue impressioni. Sfogarsi lo farà sentire compreso.

Angeli e Spiriti guida: parla a tuo figlio dell’esistenza degli Angeli custodi e spiegagli che sono sempre al suo fianco per proteggerlo e non ha nulla da temere. Digli che potrà chiamarli ogni volta che vedrà qualche “spiritello pauroso”.

Meditazione: prima che tuo figlio si addormenti, siediti accanto a lui. Chiedigli di chiudere gli occhi e di immaginare che una bellissima luce bianca avvolga tutte le pareti della sua stanza, come un “guscio” protettivo. Spiegagli che con tutta quella luce, nessun mostro potrà entrare, perché ne hanno una gran paura.

Stabilire dei limiti: insegna a tuo figlio che la sua volontà è più forte di qualsiasi altra cosa e può bandire ogni “Spirito spaventoso” dalla sua stanza col solo pensiero. Come a scuola allontana gli amichetti meno simpatici, digli che può fare lo stesso con gli Spiriti. Potete anche inventare una canzone o una formula da recitare per cacciarli!

Cristalli: puoi programmare alcuni cristalli per impedire alle Entità di disturbarlo e collocarli nella sua stanza. I migliori sono ametista, selenite, quarzo ialino, quarzo rosa, tormalina nera, onice, apofillite, celestite e cianite. Mettili accanto alla porta e vicino alle finestre.

Tisane: una tisana di camomilla e qualche fogliolina di melissa aiuteranno tuo figlio ad essere meno teso. Per favorire un riposo sereno puoi diffondere qualche goccia d’olio essenziale di arancio amaro nella sua camera prima che vada a dormire.

Intervieni: se le Entità lo disturbano in modo eccessivo nonostante le strategie utilizzate, allora intervieni ed effettua il rito di protezione dei luoghi.


Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento