Superluna nuova in Rohini-Vat Purnima-Shani Jayanti- crescita e rinascita


La Luna Nuova di domani sarà una Superluna. Questo significa che rispetto alle altre si troverà ad una distanza minore dalla Terra amplificando il bisogno di introspezione e l’impulso alla crescita spirituale.
Cadrà nell’area del cielo nota come Rohini o “la Rossa” un altro nome di Aldebaran l’occhio del Toro.
Secondo la mitologia è la moglie favorita di Chandra (in sanscrito significa Luna) dunque sarà il momento migliore per esprimere la propria passione sia a livello creativo che sensuale.

Rohini significa anche “crescere” ed è la costellazione più fertile. Governata da Brahma  conferisce il “Rohana Shakti” ossia il potere della creazione. Qui la Luna è nella sua “casa preferita” e favorisce gli artisti, il concepimento, il matrimonio (Stefania ti sposi sotto un ottimo auspicio e dal profondo del mio cuore ti faccio tantissimi auguri/Ross anche la tua operazione cade sotto una buona stella), gli investimenti, il giardinaggio, la cura del corpo, i viaggi, i nuovi progetti, la costruzione di qualcosa di nuovo, il riordino o la ristrutturazione della casa, i nuovi acquisti.
Si apre un tempo favorevole per nutrire ciò che amiamo.

In India si celebrerà Vat Purnima o Vat Savitri una festività osservata dalle donne sposate per propiziare la salute dei mariti attraverso un rituale che coinvolge uno degli alberi più sacri e simbolo della nazione, il Banyan in ricordo di Savitri e Satyavan. Savitri era il nome della meravigliosa dea dell’aurora nota per il suo coraggio e l’indomabile determinazione.
Quando morì il suo giovane consorte Satyavan, decise di affrontare Yama il Signore della morte e chiedere che fosse riportato in vita. Impressionato dall’audacia della dea e dal rispetto dei voti matrimoniali le donò il potere di mutare l’inflessibile legge della morte e consentì al marito di tornare in vita.
Il ciclo morte-rinascita è ciò che mensilmente ci narra la Luna attraverso le sue fasi.

Domani ci troveremo “sospesi”: ciò che è emerso nella scorsa piena (fra Bilancia e Scorpione) andrà osservato e rilasciato per consentire l’apertura di una nuova era. Il 25 si celebrerà anche Shani Jayanti ossia la “nascita” di Saturno.
Questo pianeta governava il karma prima di Plutone e ci fa confrontare con i limiti. A volte ci sbatte a terra senza pietà, ci fa sentire abbandonati in mezzo alle difficoltà della vita, stimola reazioni profonde e la crescita attraverso il dolore. Un dolore non  fine a se stesso ma bilanciato.
Gli atti di amore incondizionato gli sono graditi così come la bontà del cuore, tanto da attrarre le sue benedizioni (fortuna e saggezza spirituale).
In giugno sebbene sia retrogrado raggiungerà il massimo del suo splendore e attraverserà i gradi gandanta-letteralmente “fine o scioglimento dei nodi”-un punto critico di trasformazione fra un segno d’acqua e uno di fuoco, fra lo zodiaco lunare e solare.
Dal 9 di giugno al 1 di luglio in particolare vi chiedo di prestare sincera attenzione alle vostre vite perché tutto ciò che si muoverà avrà a che fare con la vostra evoluzione specie se state affrontando un ciclo di Saturno o se Saturno è coinvolto in un transito importante. Potrà essere destabilizzante veder demolite le proprie certezze, tanto da causare qualche tracollo emotivo a chi ha sempre relegato nel dimenticatoio le scomode verità interiori.

Usate il potere di questa Luna Nuova per controllare pensieri ed emozioni, le parole, ed evitate di farvi contagiare dal nervosismo degli altri. Usatela soprattutto per far emergere il vostro potenziale e imprimere una direzione migliore al vostro cammino.

Gli Arcani lo avevano già mostrato in questa lettura di ieri per la pagina: rilascio di ciò che è emerso nel passato (Morte), trasformazione, nuovi semi (Scorpione). Iniziare a fare ciò che amiamo (Innamorato/Gemelli). Nuovi progetti creativi, nuove, idee, nuovo ciclo (Imperatrice/Venere e Venere regge il Toro e al Toro corrisponde la nakshatra Rohini). Ma tanto non credete agli oroscopi e ai Tarocchi sono tutte buffonate (Lol).

Meditazione del mese
Questa meditazione permette di entrare in contatto con la propria sorgente creativa e manifestarla. Eleva la passione e la fedeltà alla propria vocazione, aiuta a distaccarsi dai desideri bassi.
Sedetevi con le gambe incrociate e la schiena dritta. Le mani devono trovarsi all’altezza del plesso solare con i palmi rivolti verso l’alto. La mano destra va sopra la sinistra. Avambracci paralleli al suolo e occhi socchiusi.
Estendete entrambi i pollici verso l’esterno in modo che siano ben dritti (non puntano verso il plesso solare)  e mentre inspirate profondamente ripetete le sillabe “Ha-re” per cinque volte e concludete con “Haaar” sempre con la stessa tonalità di voce, calma e serena. Immaginate il colore verde smeraldo  espandersi da ogni cellula del vostro corpo, prima nell’ambiente circostante fino ad arrivare al cielo.
Ripetete per almeno 11 minuti.

Il mito delle fasi lunari secondo l’astrologia vedica
“Rohini era la moglie preferita di Chandra (la Luna), una delle ventisei figlie di Daksha. Rohini era bella, artistica,  sensuale. Di conseguenza Chandra perse la testa e si dimenticò delle altre mogli. Naturalmente diventarono molto gelose e iniziarono a lamentarsi col padre. Daksha disse a Chandra di trattare con equanimità le sue mogli, ma Chandra ignorò i suoi consigli. Ancora una volta le ventisei mogli si lamentarono col padre. Daksha di nuovo chiese a Chandra di comportarsi meglio. Ma Chandra aveva occhi solo per Rohini. Quando le sue figlie si lamentarono per la terza volta, Dakhsa si arrabbiò e maledisse Chandra facendolo ammalare di tubercolosi. La Luna era debole quindi sulla Terra le piante medicinali smisero di crescere e anche gli umani divennero deboli e spossati. I Deva chiesero a Daksha di annullare la sua maledizione ma lo fece solo in parte. Disse a Chandra che se si fosse tuffato nel mare Saraswati Tirtha sarebbe guarito solo per la prima metà di ogni mese.
Questa è la ragione per cui la Luna cresce fino a metà ogni mese per poi consumarsi nell’altra. È anche la ragione per cui risiede in ogni nakshatra per un tempo uguale. “

Copyright
I contenuti presenti sul blog “Caverna Cosmica” dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Laddove vi fosse l’autorizzazione la fonte e l’autore dovranno essere citati in modo chiaro e visibile.
Ogni violazione sarà perseguita ai sensi della legge.

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento