Sento le voci: sono pazzo?


seguire l'intuizioneA volte capita che la nostra mente sia affollata da molti pensieri e si verifichi una sorta di dialogo interiore. Vi è mai successo? Tutto nella norma.
Alcune parole e pensieri sono frutto del nostro Ego, altre è la nostra intuizione (Sé superiore) a parlare. Dal momento che tutti hanno uno spirito è plausibile anche comunicare con un altro Spirito (leggi come si manifestano).
Ma come facciamo a distinguere se “a parlare” è l’Ego, il Sé superiore o uno Spirito? Come cogliere i loro messaggi? Scopriamolo!

La voce dell’Ego
La voce dell’Ego, spesso sovrasta le altre. E’ la voce delle nostre speranze, paure, convinzioni, della nostra identità nel mondo fisico, quella che ti dice: “non avrei dovuto fare…sono in ritardo…quanto sono bravo…”. Dunque, è quella che sentiamo più di frequente nella nostra mente.
Può essere localizzata fra il centro e la parte sinistra della fronte.
Quando si impone, la voce dell’intuizione scivola in secondo piano e diviene flebile.
L’Ego non parla nei sogni e durante la meditazione, anzi, il suo “chiacchiericcio invadente” dovrebbe essere placato, dato che è carico di preoccupazioni, giudizi e ansia.
E’ la voce legata all’imposizione personale e all’istinto di sopravvivenza.

La voce dell’Intuizione
E’ quella voce che ci guida, la parte del nostro Spirito connessa alla Luce Divina. Il Sé superiore permane di vita in vita e conosce lo scopo del nostro cammino. Può manifestarsi tramite una sensazione (chiarosenzienza), la consapevolezza (chiarocognizione) o tramite la visione di immagini ben precise o metaforiche (chiaroveggenza). Può essere percepita, a livello fisico, come una voce proveniente dal lato destro della testa. Ma possiamo ascoltarla anche durante la meditazione o nei sogni. Si distingue per la sua autorevolezza ma allo stesso tempo è ricca di compassione e dona pace.
E’ la voce della nostra guida interiore.

Spiriti
E’ la voce di chi è nell’Aldilà. Possiamo avvertire le voci degli Spiriti Guida, di persone scomparse o degli Angeli. Sono molto tranquille, in genere. La chiaroudienza (telepatica o esterna) inizialmente si manifesta con suoni, ronzii, bisbigli indefiniti.
Essendo privi di un corpo fisico, i nostri cari possono usare i nostri pensieri per comunicarci qualcosa, come ho già spiegato qui.

E se volessi una conferma che si tratta davvero di uno Spirito?
Chiediglielo chiaramente. A voce alta (o mentalmente), domanda un segno. Puoi anche chiudere gli occhi, meditare qualche minuto e accogliere ulteriori pensieri ed elementi. Respira, rilascia ogni tensione e attendi.
Chiedi alle carte. Sei stressato o stai attraversando un momento difficile? Le carte ti aiuteranno a fare chiarezza e a capire se il messaggio arriva dal tuo inconscio.
-Prova la scrittura automatica.


Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento