La Balla della Strega


balla della stregaLa sfera o “balla” della strega, era un amuleto molto diffuso in Inghilterra nel diciottesimo secolo, già noto in epoca medievale. Si trattava di sfere di vetro, decorate o trattate ad effetto specchio, che venivano appese alle finestre, ad est, dove sorge il Sole, per tenere lontano il malocchio e gli spiriti inquieti. In origine erano utilizzate dai pescatori.
Avvolte in una rete, richiamavano una sorta di galleggiante: la sfera rappresentava i due Luminari maggiori, ciò che non affonda e attrae prosperità (i pesci). La rete serviva inoltre a intrappolare negatività e sfortuna. Le proprietà riflettenti della palla, rimandavano al mittente eventuali malefici.
Ma il filo è pur sempre l’emblema del destino, reso benevolo dalla presenza dell’amuleto. La Balla poteva essere posizionata anche all’esterno, in particolare nei giardini, fra i rami degli alberi, appesa sulla porta d’ingresso o sul letto, ossia in quelle zone-soglia che necessitavano di una protezione maggiore.
Il male dunque, veniva bloccato in anticipo, ma se la sfera per qualche ragione fosse caduta, allora la persona interessata si sarebbe dovuta proteggere in modo più efficace, in quanto vittima di un potente sortilegio.
Oggi le persone usano appendere in questo modo, le sfere di quarzo ialino o altre pietre particolari per riequilibrare le energie della casa, tuttavia il fascino di questo antico rimedio alla malasorte resta immutato.

Categorie

Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento