Ematite: leggende e proprietà


L’ematite è composta prevalentemente da ferro e ha una colorazione nero o grigio-acciaio.
Il suo forte legame con l’elemento terra la rende adatta alle persone che tendono a rifugiarsi nelle illusioni.
Dona la capacità di essere concreti, lungimiranti ed è perfetta per il radicamento.
Per connettersi alla propria forza interiore e sviluppare fermezza, stabilità, coscienza dei bisogni essenziali  si può costruire un quadrato di ematiti e sedersi all’interno.
L’ematite è in grado di assorbire le energie negative negli ambienti e si può usare per depurare le altre pietre.
Sul corpo si colloca sul primo chakra per attivarne le funzioni e contrastare l’anemia, oppure in corrispondenza dell’arco plantare.
Il ferro è l’elemento di Marte e l’ematite è degna messaggera delle qualità del pianeta: infonde coraggio, resistenza, indipendenza emotiva e combattività.
Ristabilisce il collegamento tra il corpo e lo spirito stimolando la consapevolezza di sé e del proprio cammino.
Favorisce l’organizzazione mentale, la memoria e permette di riconoscere l’importanza di prendersi cura del proprio corpo incrementando la disciplina e la volontà. Dona altresì vitalità e voglia di vivere dissipando i pensieri oscuri.
Allontana ansia e insonnia grazie alla sua energia stabilizzante del sistema nervoso. Fra le migliori pietre per la protezione psichica è utile ad intuire le situazioni pericolose prima di esserne intrappolati e a schermarsi dalle energie altrui.
La luce di carica è quella solare. Si purifica ponendola a contatto con la terra, non con l’acqua.


Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento