Cerca

Pratiche divinatorie di San Giovanni

Il Battista è colui che introduce gli esseri nella caverna cosmica. Per questo motivo, le usanze connesse alla sua festa hanno la funzione di proteggere il creato.

San Giovanni non vuole inganni” dice il proverbio. La notte del 23 giugno è tradizione trarre presagi sul futuro usando vari metodi divinatori.

Le sette fonti
Uno dei più famosi è quello delle “Sette fonti”. Sarà necessario procurarsi una bottiglia di vetro ben pulita e un uovo possibilmente “fresco di pollaio”.
Senza lavarlo mettetelo all’ombra (mai in frigo). La sera del 23 uscite con la bottiglia e riempitela fino a metà con l’acqua di sette fontane. Tornate a casa, fate scivolare nella bottiglia solo l’albume dell’uovo e lasciatela alla luce della Luna. Il mattino seguente osservate la forma che si è creata all’interno della bottiglia. Vi rivelerà qualcosa sul vostro destino.

Piombo fuso
Un altro metodo divinatorio consiste nel gettare del piombo fuso in una bacinella d’acqua per sapere quale lavoro farà il vostro futuro marito (osservate la forma del piombo solidificato).

I cardi
Per sapere se vi sposerete prendete due cardi (Silybum marianum) bruciacchiateli e al crepuscolo metteteli in un bicchiere d’acqua sul davanzale della finestra; uno rivolto verso l’interno della casa, l’altro verso l’esterno. Se al mattino un cardo è dritto sullo stelo vi sposerete entro l’anno: con un paesano se il cardo dritto è quello rivolto all’interno, con un forestiero se si tratta dell’altro. Se i cardi sono appassiti è un cattivo presagio!

Le nove erbe
Le nove erbe di San Giovanni messe sotto il cuscino favoriranno i sogni profetici.

Le tre fave
Mettete tre fave sotto il cuscino: una con la buccia, una con mezza buccia e l’ultima senza. Al mattino pescatene una a caso. Se vi capita quella priva di buccia il vostro futuro marito sarà povero; se ha la buccia sarà ricco; se ne ha mezza né ricco né povero.

I fiori d’ulivo
I fiori di ulivo lasciati galleggiare in una bacinella d’acqua esposta alla rugiada notturna disegneranno l’iniziale del nome del futuro sposo.

Sandalo, rosmarino e malvarosa
In alternativa usate dei bigliettini: scrivete i nomi dei vari pretendenti e metteteli in una bacinella d’acqua contenente sandalo, rosmarino e malvarosa. Il primo a piegarsi  indicherà il nome dello sposo.

Il rametto profetico
Tenere un rametto di rosmarino dietro l’orecchio prima di andare a dormire vi farà sognare il vostro futuro marito.

La foglia di morella
Per sapere se il vostro amato tornerà inumiditevi la bocca con una foglia di morella (Solanum nigrum) poi appoggiatela sul braccio osservando se si forma una macchia o una piaghetta. Solo nel primo caso tornerà da voi.

Il Sedum
Se avete intenzione di sposarvi piantate due “Sedum telephium” e tenete il vaso in casa: se cresceranno in modo uguale vi aspetta un matrimonio felice; se avranno un’altezza diversa la vita non sarà facile; se una muore dovrete preparavi alla vedovanza.

Il misterioso prezzemolo
In Mugello si getta una piantina di prezzemolo dentro il camino appartenuto ad una persona scomparsa: se esce fumo bianco la sua anima è in pace, grigio si trova in Purgatorio e se nero non potrà che trovarsi all’Inferno.

La Salvia
Anche la Salvia si usa per predire il futuro: la sera del 23 giugno collocate all’aperto una manciata di foglie della pianta. Alla mattina osservate la forma di quelle che non sono state spostate dal vento.

 

Bibliografia:

 

Salva

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.