Cristalli: meglio grezzi, lavorati, sfere o dischi?


cristalli ed energiaI cristalli grezzi hanno il vantaggio di mantenere intatte le loro vibrazioni originarie, poiché non sono stati contaminati dalle mani dell’uomo. Sono meno costosi e nelle fasi iniziali ci permettono di non fare danni. I cristalli lavorati sono potenti stumenti di guarigione: la luce e quindi l’energia si riflette più facilmente, mentre la punta acuminata produce un raggio energetico che li rendono adatti al riequilibrio energetico. Quindi usateli quando avete una buona dimestichezza con le pietre. Di facile utilizzo e buona capacità energetica sono i ciottoli burattati, efficaci nell’autotrattamento e per comporre schemi all’interno dei quali si medita o ci si rilassa.
Ci sono poi le sfere, forme perfette e armoniose, che hanno la capacità di distribure l’energia in modo dolce ed equilibrato all’interno dell’ambiente, che poi viene trasmessa ai campi energetici delle persone, rendendole più ricettive e disponibili.
Sono molto utilizzati anche i donuts, pietre levigate di forma discoidale che hanno al centro un foro: questa forma si usa per amuleti e talismani in quanto simboleggia un doppio cerchio di protezione capace di difendere ambienti e persone da energie indesiderate. Tutto ciò che è dannoso viene catturato dal foro centrale nel quale si vanifica.
Ricordo che non è bene portare al collo con regolarità cristalli a punta: l’apice dirige l’energia verso una singola zona del corpo che nel tempo potrebbe caricarsi eccessivamente.


Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento