Cerca

Cristalli per ristabilire l’equilibrio emotivo: 5 esercizi

Quarzo rosa
Un piccolo ciottolo burattato di quarzo rosa collocato all’altezza del cuore stimola la pace, la calma e  l’amore verso se stessi. Concentratevi sul cristallo e visualizzate una bolla blu avvolgerlo ed espandersi sul 4° chakra per almeno 5 minuti.
Il quarzo rosa ha la capacità di attenuare le emozioni quando rischiamo di perdere il controllo. E’ la pietra che favorisce il radicamento del nostro centro emozionale.

Ametista
Se sono i vostri pensieri ad essere “in subbuglio” appoggiate un ciottolo di ametista sul 6° chakra. Inspirate profondamente sette volte mentre visualizzate una luce violetta attraversare il cristallo ed espandersi sulla fronte. Questo semplice esercizio vi servirà per purificare la mente dallo stress, dall’ansia e calmare il flusso dei pensieri. Inoltre è di grande utilità quando cerchiamo di spezzare il circolo vizioso dei comportamenti nocivi. L’ametista è la pietra della sobrietà: consultatela sempre prima di prendere decisioni importanti, per avere una visione chiara delle situazioni e stimolare la consapevolezza spirituale.

Tormalina nera
Per togliere potere alle energie negative e favorire il radicamento utilizzate la tormalina nera. Collocate un minerale grezzo di medie dimensioni all’altezza dei piedi. Togliete le scarpe e immaginate di trovarvi su un prato. Ora visualizzate un grosso bulbo al posto dei piedi e percepite l’energia della terra. Mano a mano che sale vi trasformate in un fiore e la forza va sempre più in alto finché non sbocciate completamente. Potete essere un narciso, un amaryllis, un tulipano, un croco, un gladiolo…l’importante è che vi sentiate in completa armonia, rilassati. I vostri petali sono azzurro-blu (il colore della guarigione) ed emanano una leggera luce dorata. Dopo qualche minuto aprite gli occhi. Oltre a favorire il radicamento questo esercizio rafforzerà l’aura schermandovi dalle energie disarmoniche.

Apofillite
Possiamo usare l’apofillite durante la meditazione. Questa pietra sposta l’attenzione all’interno di noi stessi portando in superficie tutto ciò che ha bisogno di essere integrato. Possiamo associarla all’amazzonite.
Entrambe le pietre servono a riconoscere il proprio potenziale e a vivere il presente con gioia e leggerezza. Ponete le mani sopra una drusa di apofillite e rilassatevi per qualche minuto. Quando sentirete una forte energia (può manifestarsi come calore o un formicolio) immaginate di entrare all’interno del cristallo. Guardatevi attorno e osservate la meravigliosa struttura bianca, trasparente, piena di luce. Poi visualizzate un tavolo di vetro: sopra ci sono carta e penna. Scrivete le intenzioni che vi stanno più a cuore (frasi brevi e affermative) e chiedete al cristallo che vi aiuti a manifestarle. Poi ringraziatelo ed uscite.
Ponete l’apofillite all’altezza del cuore e lasciate che si connetta alle vostre emozioni per qualche minuto. Tenete la pietra nella stanza dove passate la maggior parte del vostro tempo. Annotate ogni piccolo cambiamento in un diario!

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
2012 - 2018 © Caverna Cosmica by Lux
Chiudi
error: Vuoi copiare il contenuto? Guarda qui: www.cavernacosmica.com/disclaimer/

Prenota un consulto

Chiedi maggiori informazioni su come prenotare un consulto tarologico privato con Luce.