Come perdonare un defunto


come perdonare un defuntoVisto che questa Luna piena invita a lasciar andare il dolore e i traumi emotivi ed è governata dallo Scorpione che è il Signore della casa della Morte, mi sembra opportuno trattare questo argomento.

Durante la propria vita può capitare di non essere riusciti a coltivare un rapporto sereno con una persona, che poi se n’è andata.
E magari, si è costretti a convivere con tutto ciò che è rimasto irrisolto.
Forse questa persona ci manda dei segni, ma siamo troppo arrabbiati per ascoltarli.
Questo accade perché tutte le parole non dette, creano un muro, sempre più spesso, che col tempo si trasforma in un’indifferenza ostile, difficile da abbattere.
Penso alle dinamiche familiari, le più difficili da risolvere.
Non ne vado certo fiera, ma quand’ero più giovane anch’io ci sono passata. Al funerale della mia nonna paterna, ero assente. Non l’ho salutata e nemmeno perdonata nel letto di morte. Non ho pianto, non ho sofferto, l’evento in sé non mi ha toccata.
Il mio cuore, i miei sentimenti, il mio orgoglio erano davvero troppo feriti.
Probabilmente, lei doveva fare i conti con i propri sbagli e io prendermi il tempo necessario a comprendere le sue qualità. E dato il suo percorso di vita, forse non avevo il diritto di giudicarla: ognuno fa del proprio meglio per essere com’è.
Eppure i nostri antenati, sono una parte di noi, che lo vogliamo oppure no e riappacificarsi, anche dopo la morte costituisce un passo importante per crescere ed evolversi, coltivare il perdono e la compassione, liberare l’amore.
Nonostante tutto, l’ho sognata spesso. Dopo la morte i miei parenti non riuscivano a trovare dei documenti e lei mi indicò il punto esatto dove trovarli. Problema risolto, pensai.
Ma poi, continuò a tornare. Il suo aspetto e i luoghi in cui si trovava erano…pessimi.
Davanti ai suoi occhi e alla sua sofferenza, decisi di mettermi una mano sulla coscienza e lasciar andare. Che non significa dimenticare il passato, ma abbandonare tutte le emozioni negative di cui era carico. Decisi di pregare per la sua anima e a poco a poco mi resi conto che anch’io mi sentivo meglio, in pace, risolta, pronta ad andare avanti.
Ecco qualche spunto su come gestire queste situazioni:

Vai in un posto che per voi era speciale
Prima di vendere la sua casa, sono tornata accanto al “nostro fiume”. Ricordo che lì, all’ombra delle piante ho vissuto dei momenti sereni con lei. Fai lo stesso, vai in un posto che possa essere un ponte di energia positiva, di ricordi sereni, fra voi due.

Parlaci
Puoi farlo mentalmente, a voce o scrivere una lettera. Scrivi tutto ciò che ti ha ferito, lascia fluire la rabbia, il risentimento, ogni cosa. Se necessario, esprimi il tuo rammarico per non aver risolto i problemi quand’era in vita e chiedi di iniziare un percorso che porti entrambi ad essere più sereni, ad abbandonare il passato. Se hai una lettera, appoggiala al suolo. La Terra, saprà cosa fare.

Accetta le sue scuse
Ogni persona in punto di morte o dopo la morte si pente delle sue mancanze. Il rammarico è molto forte, perché lo Spirito prova su se stesso il dolore che ha procurato agli altri. Ora che ha capito, accetta le sue scuse, anche se non puoi più sentirla/o.

Lascia andare
Nel bene o nel male le azioni di queste persone nella nostra vita ci hanno insegnato qualcosa. Quindi, lascia andare tutto il resto. Se credi, porta nel vostro luogo speciale dell’incenso e lascia che bruci. Formula l’intenzione di riuscire a superare il passato, la rabbia, il dolore, di riappacificarti nello spirito col defunto. Puoi anche decidere di bruciare la lettera che hai scritto e permettere al fuoco di trasformare e purificare le emozioni. In alternativa accendi tre candele e poni un piccolo ramo di rosmarino, una rosa bianca (o rosa) e un quarzo rosa (o una tormalina verde) sulla sua tomba. Se te la senti, prega per la sua anima.

Continua a vivere
Quando senti di aver concluso questa piccola cerimonia di riconciliazione e perdono, vai avanti nella tua vita e sii tranquillo. I segni arriveranno e il sollievo sarà quasi immediato. Riuscirai a ridere e a scoprire i lati positivi di quella persona. Le mie sono solo idee, ognuno può decidere di agire come meglio crede. L’importante è non continuare ad odiare o a parlare male della persona, anche dopo la sua morte.

Scopri qui, quali segni potresti ricevere.


Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento