Pirite: proprietà e benefici


pirite

Il termine “pirite” deriva dal greco pyr, “fuoco”: infatti, se si percuote con un pezzo di metallo genera scintille. Poiché si pensava che contenesse realmente del fuoco al suo interno, è stata usata per la produzione di amuleti protettivi. Ancora oggi è ritenuta la pietra portafortuna dei pompieri e di tutti coloro che fanno lavori rischiosi.
Composta da disolfuro di ferro, migliora la circolazione del sangue e previene l’anemia.
Incrementa l’ossigeno nel sangue, contrasta le malattie del sistema respiratorio ed ha un’azione antinfiammatoria utile nel trattamento di febbre, raffreddori, virus. E’ nota per i benefici che apporta allo stomaco, placando nausea e crampi.
La pirite, detta anche “oro degli stolti”, è un minerale utile ad attrarre fortuna e abbondanza. Averla in casa propizierebbe la salute e la realizzazione materiale. E’ connessa al Sole e al terzo chakra.
Stimola l’energia vitale, il coraggio, la forza d’animo e la perseveranza nell’affrontare le difficoltà della vita.  Si attiva con i raggi solari e si tiene sul tavolo da lavoro o in tasca.
Questa pietra aiuta le persone malinconiche o convinte d’essere perseguitate dalla sfortuna. Allevia ansia e frustrazione e come uno specchio, consente di capire le cause di tali emozioni. Permette di vedere oltre le apparenze nella vita di tutti i giorni.
Tenere una pirite in ogni mano durante la meditazione, consente di riequilibrare la propria energia e incrementarla nel mondo fisico. Inoltre, protegge dai pericoli e consente di non essere manipolati dagli altri. Collegata all’energia della Terra, protegge l’aura creando un campo protettivo contro le energie negative, gli attacchi psichici e l’inquinamento elettromagnetico.
Nel luogo di lavoro o in casa, la pirite contrasta stress e stanchezza, favorendo la chiarezza mentale e il raggiungimento dei propri obiettivi.
In Messico era utilizzata per la realizzazione degli specchi divinatori. I Nativi Americani ponevano la pietra accanto alle erbe curative, mentre in Francia era detta “Pietra dei Santi“, poiché secondo le leggende, assicurava una salute di ferro. In Cina credevano che proteggesse le persone dagli attacchi dei coccodrilli. Infine, è stata ritrovata in numerosi siti di sepoltura. Associata alla dea Persefone, avrebbe illuminato il cammino dei morti nel loro ultimo viaggio.

 

 


Supporta il mio sito!

+ Non ci sono ancora commenti

Aggiungi il tuo commento